Eventi
03 June 2019 | di Redazione Ruoteclassiche

Grand Road, in supercar da Venezia a Montecarlo

Si è conclusa ieri la prima edizione del Grand Road, la cavalcata da Venezia a Montecarlo organizzata dalla scuderia Mantova Corse per i proprietari di supercar dagli anni 80 ai giorni nostri.

La prima edizione del Grand Road Venezia-Montecarlo, gara riservata a supercar di tutte le marche costruite tra il 1982 e il 2019 organizzata dalla Scuderia Mantova Corse, va in archivio con una certezza: l’obiettivo divertimento, sia per gli equipaggi sia per gli spettatori, è stato centrato al primo colpo.

Una Stella a tre punte sul gradino più alto del podio. Dopo tre giorni di gara e 1000 chilometri, ad avere la meglio è stato l’equipaggio numero 11 composto da Davide e Matteo Penitenti, padre e figlio imprendibili sulla loro velocissima Mercedes-Benz AMG GTR. La coppia ha preso il comando della corsa nel corso della seconda tappa e non l’ha mai perso fino alla bandiera a scacchi. Secondi classificati, a bordo della Porsche 911 del Rovesta Racing Team numero 37, Orazio Rigo e Anastasia Zanoncelli. Piazza d’onore anche per Ermanno De Angelis e Annunziata Del Gaudio, che salgono sul gradino più basso del podio con la loro Alpine A110.

I top driver. La gara, che abbiamo seguito con le nostre testate motoristiche Quattroruote, Ruoteclassiche, TopGear e Youngtimer, ha visto anche la partecipazione di alcuni top driver: Giordano Mozzi, in gara con una Ferrari 458 Spyder, Giuliano Canè, al volante di una Porsche 930 Turbo, e Gianmaria Gabbiani, a bordo di una Maserati Ghibli. L’evento si è presentato sulla scena motoristica in forma di regolarità turistica sperimentale. Del tutto inedito il format, messo a punto per attrarre anche i collezionisti stranieri.

Un successo. “Dopo tanti anni d’esperienza nell’ambiente dell’automobilismo storico come organizzatori del Gran Premio Nuvolari” hanno spiegato Claudio Rossi, Luca Bergamaschi e Marco Marani, “abbiamo pensato di creare un evento capace di coinvolgere i possessori di supercar moderne. La risposta dei proprietari è stata ottima. E a giudicare dai sorrisi degli spettatori lungo il percorso, anche il pubblico ha apprezzato”. E non poco, aggiungiamo noi…

TAGS grand road
Condividi
COMMENTI