News / Regolarità
03 February 2020 | di Himara Bottini

Grande festa a Milano per la partenza del Rallye Monte-Carlo Historique 2020

Venerdì 31 gennaio il centro di Milano ha accolto con entusiasmo la partenza del Rallye Monte-Carlo Historique. L’avvio di questa XXIII° edizione è stata festeggiata anche dalle oltre cinquanta storiche iscritte al Tribute A.C. Milano.

C’è chi, negli anni passati, ha visto partire il “Monte” appellativo comunemente usato tra gli appassionati di questa disciplina da Barcellona, Reims, Bad Homburg, Monte-Carlo e Torino, ma è pronto a sostenere che Milano è stata in assoluto la città che più si è entusiasmata alla partenza del Rallye Monte-Carlo Historique. Dopo il successo dell’anno scorso, infatti, grazie all’interessamento di Geronimo La Russa, presidente di A.C. Milano, e al supporto di Canossa Events, diretta da Luigi Orlandini, la capitale meneghina ha accolto nelle sue vie centrali tantissimi appassionati, turisti e curiosi per tutta la giornata di venerdì 31 gennaio, aprendo al pubblico le porte dello storico Palazzo del Senato.

Forza Italia!Sono stati proprio i chiostri dell’attuale sede dell’Archivio di Stato a ospitare le verifiche tecniche delle oltre 50 vetture storiche iscritte alla XXIII° edizione del Rallye Monte-Carlo Historique. Tra queste alcune provenienti da Atene, mentre la maggior parte portacolori della nostra bandiera. Tra gli habituè Giorgio Schon, che è tornato a bordo della sua Austin Cooper S, i vincitori del 2015 Peter Zanchi e Giovanni Agnese su Lancia Flavia Coupè 1.8, con cui hanno debuttato nel 2012, e ancora Alex De Angelis in coppia con Sergio Sisti, che si sono imposti l’obiettivo di migliorare il loro splendido 2° posto assoluto del 2019, sempre con la Ritmo 60, così come Massimo Canella e Nicola Arena, con la Fulvia Coupè, che tenteranno di migliorare l’altrettanto ottimo 3° assoluto dello scorso anno. I sopracitati, tutti esponenti della Scuderia Milano Autostoriche, che insieme a molti altri hanno dato vita a una squadra di ben 17 equipaggi, dovranno vedersela con gli altrettanti equipaggi di un’altra scuderia molto agguerrita, il Classicteam .

Sfilata in Piazza Duomo. Più di una cinquantina anche le orgogliose iscritte al Tribute A.C. Milano, esclusivo appuntamento riservato alle protagoniste del Rallye di Monte-Carlo dal 1955 al 1979, insieme ad altri modelli giudicati idonei alla partecipazione. Il “Tribute”, come da due anni viene chiamato amichevolmente, ha “parcheggiato” le vetture in Via Marina per tutta la giornata di venerdì 31 gennaio. Nel tardo pomeriggio ha poi fatto da apripista al Rallye schierandosi in Corso Venezia, proprio davanti alla sede dell’Automobile Club Milano, e si è poi diretto in Piazza Duomo per la presentazione al pubblico. Dalla stessa passerella sono poi transitati, per un controllo di passaggio, gli equipaggi del Rallye, prologo celebrativo ai 2500 chilometri previsti dal Rallye Monte-Carlo Historique.

Un omaggio anche alle mitiche Alpine. Il Tribute ha poi fatto tappa alla sede dell’Alpine Cars, che ha messo a disposizione tre pace car, per aspettare il passaggio dei partecipanti al Rallye, a quel punto definitivamente partiti e già in gara a tutti gli effetti, e si è infine concluso a Monza, prima con una sfilata nel centro storico, e poi con un giro di pista al Monza Eni Circuit, con tanto di cena finale nei locali antistanti la pit lane. Main sponsor della manifestazione Ma-Fra, sempre più vicino al mondo delle gare per auto storiche, e sponsor tecnico Wrapping Italy. Il Rallye Monte-Carlo Historique si concluderà il 5 febbraio al porto del Principato di Monaco.

Condividi
COMMENTI