Regolarità
08 aprile 2019 | di Himara Bottini

Grande successo per il XII Franciacorta Historic

Si è svolta sabato 6 aprile la XII° edizione del Franciacorta Historic, gara di regolarità per auto storiche iscritta a calendario ACI Sport e primo appuntamento valido per il Criterium Bresciano Regolarità 2019.

Con ben 111 equipaggi al via, sono stati Andrea Belometti e Doriano Vavassori i vincitori assoluti con la loro Lancia Lambda 221 Spider Casaro del 1929

Che cos’è?
Il Franciacorta Historic è la gara organizzata da Vecars, società composta dalla famiglia Vesco, famosa non solo perché legata ormai da anni all’evento motoristico invernale più noto nell’ambiente, la Winther Marathon, ma anche per le prodigia del regolarista plurivincitore nella categoria Andrea Vesco. Il Franciacorta Historic è sempre farina dello stesso sacco. Una gara intensa che dura poche ore ma ti tiene concentrato e sul filo del rasoio nell’affrontare una cinquantina di prove cronometrate molto tecniche e per nulla scontate.

Dove si è disputata?
Il Franciacorta Historic si sviluppa lungo un percorso di soli 120 km che attraversa le zone più affascinanti della Franciacorta. Con base all’Agriturismo Solive di Villa Franca, gli equipaggi si sono poi mossi in direzione Paratico, per la sosta pranzo sul lungolago, toccando tra gli altri i comuni di Passirano ed Erbusco. La seconda parte di gara ha invece attraversato i comuni di Clusane, Polaveno, Iseo e Timoline, portando le autostoriche ad affrontare un ultimo tratto molto più impegnativo e divertente, che dalla pianura si è alzato all’area di valico tra la Val Trompia e il Lago d’Iseo, per infine ridiscendere a Villa Franca.

Il numero di iscritti si è alzato o abbassato rispetto allo scorso anno?
Sono stati 111 gli equipaggi al via di questa XII° edizione del Franciacorta Historic, confermando le presenze dello scorso anno. Se poi calcoliamo un paio di verificati in più e teniamo conto del gran numero di competizioni a scelta praticamente ogni fine settimana, è un numero davvero lodevole. A dimostrazione del fatto che è una gara molto apprezzata dai regolaristi.

Chi ha vinto?
Trattandosi di una gara a coefficiente e premesso che le anteguerra al via erano più di una trentina, la lotta per i primi tre gradini del podio è stata come sempre entusiasmante, tanto che le penalità di distacco tra i primi si contano sulle dita di una mano. Alla fine però, tra un passaggio a livello e l’altro, ha trionfato la Lancia Lambda 221 Spider Casaro del 1929 di Andrea Belometti navigato da Doriano Vavassori, che hanno concluso con 261,87 punti. Prime degli equipaggi femminili Bignetti-Ciatti su Alfa Romeo Giulietta Spider Veloce del 1960. Prime invece tra le scuderie la Brescia Corse. Noi di Ruoteclassiche abbiamo gareggiato su una perfetta e simpatica Fiat 1100/103 del 1953, gentilmente condotta dal gentlemen driver milanese Alberto Sacco, che ringraziamo.

La top ten

  1. Belometti-Vavassori Lancia Lambda 221 Spider Casaro 1929 (261,87)
  2. Aliverti-Cadei Fiat 508 C del 1937 (263,04)
  3. Cibaldi-Costa Fiat Gilco 1100 Sport 1948 (269,36)
  4. Salvinelli-Ceccardi Fiat Siata 514 MM 1930 (278,20)
  5. Peli-Donà Fiat 508 S Balilla Sport 1934 (278,72)
  6. Rampello-Migliorati Triumph TR3 1956 (282,36)
  7. Riboldi-Sabbadini OM 665 Superba Torpedo 1926 (320,04)
  8. Miatto-Miatto Fiat 508 C 1938 (328,44)
  9. Barcella-Ghidotti Fiat 508 C 1938 (328,44)
  10. Battagliola-Piona Bugatti Type 37/3T 1926 (342,72)

Era importante esserci?
Decisamente sì. Il Franciacorta Historic è una gara tosta e una bellissima occasione d’incontro e convivialità. La parte sportiva dura solo cinque ore, e tutto il resto della giornata è un piacevole condividere amicizie e fare nuove conoscenze.

Condividi
COMMENTI