Aste / News
27 November 2006 | di Redazione Ruoteclassiche

IL MITO DI MCQUEEN ALL’ASTA

Più che per le sue doti interpretative o per i film che lo hanno visto protagonista, Steve McQueen è divenuto una figura leggendaria grazie alla sua passione per i motori. Non vi era quindi alcun dubbio sul buon esito dell’asta dedicata all'attore originario dell'Indiana (Usa), svoltasi presso il "Petersen Automotive Museum" di Los Angeles.

Centinaia di lotti provenienti dalla collezione di proprietà di Barbara McQueen e da altri collezionisti hanno scatenato un’autentica bagarre tra i partecipanti, che non hanno esitato a sborsare cifre esorbitanti pur di accaparrarsi un oggetto, una moto o un'automobile appartenuti all'indimenticata star.

Una Indian "Sport Scout" della metà degli anni Trenta, per esempio, è stata aggiudicata a 155.000 dollari, che con la commissione e le tasse sono saliti a ben 177.500 (135.442 euro): un risultatosensazionale se si considera che il valore stimato era di 15.000-20.000 dollari. Lo stesso è accaduto per una Indian "Powerplus Daytona" del 1920, venduta a 150.000 dollari (valore stimato 60.000-90.000 $), e per un pick up GMC "Series 101" del 1958, passato di mano per la ragguardevole somma di 128.000 dollari (40.000-60.000 $).

E che dire di quel collezionista che ha pagato oltre 70.000 dollari per portarsi a casa un paio di occhiali da sole Persol pieghevoli con lenti blu indossati, si narra, da Steve McQueen nelle scene iniziali del film "Il caso Thomas Crown" (1968).

Tra i lotti a catalogo non appartenuti all’attore ha spiccato una motocicletta Crocker del 1937 proveniente dalla "Silverman Museum Racing Collection", venduta a 276.500 dollari (quasi 211.000 euro). Aggiudicata anche la Triumph "Scrambler" del 2005 impiegata da Tom Cruise nel film "Mission Impossible III". Prezzo? 29.250 dollari.

Condividi
COMMENTI