News
13 gennaio 2010 | di Redazione Ruoteclassiche

LA COMMUNITY DEL BISCIONE

La Bocconi di Milano, dipartimento Customer & Service Science Lab, ha ospitato il 15 dicembre un seminario su "Alfisti.com", la comunità Internet di appassionati di Alfa Romeo voluta e gestita dalla stessa Casa del Biscione. Nel corso della giornata, cui hanno partecipato docenti dell'università e dirigenti Alfa, tra cui l'a.d. Sergio Cravero, sono stati comunicati a studenti e ricercatori i risultati del lavoro svolto sul sito, che oggi conta seimila utenti attivi in tutto il mondo.

L'ingegner Cravero ha premesso che per ogni Alfa venduta il costo pubblicitario si aggira sui mille euro, un peso economico eccessivo che può essere ridotto sensibilmente proprio grazie al web, attraverso una comunicazione mirata verso appassionati e clienti già selezionati. La comunità di alfisti è animata infatti da una grande passione, che la spinge a veicolare l'immagine della marca, coinvolgendo e incentivando all'acquisto anche utenti di altre marche.

Nel sito www.alfisti.com gli utenti, dopo aver motivato il loro interesse ed essersi iscritti, hanno la possibilità di dibattere su vari temi, di scambiarsi informazioni, consigli tecnici e dritte sui restauri, ma anche d'interagire con i responsabili del marchio fornendo un parere su quelli che saranno i modelli del futuro. Il prossimo raduno per il centenario, che si terrà a Milano alla fine di giugno e che sarà il più grande nella storia della Casa del Portello, sarà gestito anche attraverso il sito.

Al termine dell'incontro abbiamo chiesto all'ingegner Cravero quale sarà il futuro del museo di Arese, sul quale pesano molti interrogativi. Ci ha risposto che rimarrà dov'è e che il progetto per la sua ristrutturazione, voluto dallo stesso Sergio Marchionne, è soltanto rinviato.

Condividi
COMMENTI