Pebble Beach: la Mercedes-Benz 540K Autobahnkurier conquista il Best in Show - Ruoteclassiche
Eventi
16 August 2021 | di Giancarlo Gnepo Kla

Pebble Beach: la Mercedes-Benz 540K Autobahnkurier conquista il Best in Show

La kermesse californiana di Pebble Beach si configura come il più importante show di auto d'epoca del mondo, una manifestazione molto esclusiva in cui ammirare la selezione più accurata di veicoli d'epoca sul Pianeta. Su 230 straordinarie auto d'epoca, a svettare è la Mercedes-Benz 540K del collezionista Arturo Keller.

Non ci sono dubbi, nel panorama mondiale Pebble Beach si conferma come il più importante tra gli appuntamenti per auto d'epoca del mondo. L’incantevole cornice del Monterey Peninsula Country Club è la location da “Mille e una notte” che, oltre al 40% delle riserve strategiche di Champagne del Paese, riunisce circa il 70% dell'1% della popolazione più fortunata: ovvero la créme de la créme dell’industria e dell’alta finanza mondiale. Il tutto per celebrare la bellezza senza tempo delle auto più affascinanti e preziose mai costruite.

And winner is... Dopo un’intensa giornata sul green sono state individuate quattro finaliste, ovvero la Bugatti Type 57C Convertible del 1935, la Mercedes-Benz 540K Autobahnkurier del 1938, la Maserati A6G Zagato Coupé del 1957 e la Ferrari 365 Pininfarina tre posti realizzata per Gianni Agnelli nel 1967.
Ma solo una di loro ha portato a casa il “Best in Show”: la meravigliosa Mercedes-Benz 540K Autobahnkurier di Arturo Keller, uno dei più importanti collezionisti al mondo, appassionato di vetture con la Stella a tre punte. "Per stile, velocità e prestazioni questa vincitrice del Best of Show incarna molte caratteristiche incredibili che non potevamo non premiare” dichiara il presidente della giuria Sandra Button, che prosegue :“Venne svelata al Salone dell'Auto di Berlino del 1938, costruita per dominare le nuove autostrade tedesche. Questa straordinaria automobile è un magnifico esempio del design tedesco anteguerra".

Tripla corona. Con il Best in Show di quest’anno si profila il terzo successo dei Keller a Pebble Beach: dopo il primo Best of Show, nel 1986, con la Mercedes-Benz 500K Special Roadster del 1936 e nel 2001, con la Mercedes-Benz Typ SS Erdmann & Rossi Roadster del 1930. Spiega Arturo Keller: "Questa vittoria a Pebble Beach rappresenta la mia tripla corona. La vettura che mi ha permesso di vincere è l'unica rimasta nel suo genere, io sono il suo secondo proprietario. L'auto è stata restaurata l'ultima volta nel 2006 e da allora ha continuato a essere esibita in tutto il mondo" .
Oltre a vincere al prestigiosissimo trofeo del Concours, i Keller hanno conquistato anche con il Trofeo Elegance in Motion. Arturo Keller è stato premiato poi con un orologio Rolex Oyster Perpetual Datejust, dal valore di mercato di oltre 15.000 dollari e una bottiglia di Champagne Dom Perignon appositamente selezionata dalla collezione premium per l'evento.

Un solo italiano in gara.La Lancia Astura Pininfarina del 1938 di Filippo Sole si è aggiudicata il premio First in Class nella sezione dedicata a Pininfarina. Sole è stato l’unico italiano in gara al Concorso, come rappresentate di Asi e Pininfarina. L’esemplare venne commissionato da Galeazzo Ciano, che chiese a Battista Farina un’auto unica, una fuoriserie di gran lusso diversa dalle altre Lancia Astura prodotte sino ad allora. L’auto prefigura infatti diversi stilemi delle vetture postbelliche.
Sole ha dichiarato: "L’ho acquistata quattro anni fa da un collezionista romano, in condizioni mediocri. Non necessitava di un restauro integrale ma c’era abbastanza lavoro da fare. In cinque mesi sono riuscito ad ultimarla arrivando in tempo al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, dove ho vinto il Trofeo Bmw Italia”. E continua, emozionato: “Sono arrivato in America molto motivato, ma una volta visto il livello delle vetture non mi aspettavo un primo posto. Invece, una volta schierati, sono stato chiamato sul palco per il premio più ambito del First in Class ed è stata una emozione unica".

L’edizione 2020 posticipata al 2021. Con la pandemia del 2020 il Concours d’Elegance è stato posticipato a quest’anno, con un’edizione memorabile che ripercorre i 70 anni del concorso. Una speciale mostra espone infatti le auto vincitrici dell’ambito premio “Best of Show” nelle edizioni precedenti.
La fitta agenda ha visto nei giorni diversi eventi come preludio della manifestazione principale: incontri tematici, défilé, aste e vere proprie traversate a bordo di queste meraviglie a quattro ruote.
Solo qui può capitare di poter ammirare un intero plotone di Porsche 917 o, ancora, una “colonna” di Ferrari SP1 e SP2 Monza. Diversi i premi istituiti quest’anno per alcune categorie specifiche: da quello per il design dei capolavori Pininfarina, ai primi veicoli elettrici, fino alle creazioni di Harry Miller. E non è finita qui, sul green della 18ma buca del Pebble Beach Golf Links, saranno esposte anche le straordinarie Iso Rivolta e le concorrenti della Carrera Panamericana.

Approccio scientifico. Il successo del Pebble Beach Concours d'Elegance si basa in gran parte sulla preparazione, di altissimo livello, degli esperti chiamati a giudicare le automobili. Il Pebble Beach Concours svetta dal resto delle competizioni di questo tipo per la ricerca che accompagna le auto: uno studio approfondito sulla storia di ogni esemplare avviato molti mesi prima della loro esposizione sul green di Monterey.

Il processo di valutazione. I giudici di classe, guidati dal presidente di giuria, si concentrano innanzitutto sull'originalità e l'autenticità, assicurandosi che siano propriamente conservati o restaurati. I giudici onorari, supervisionati dal giudice onorario capo, si avvicinano all’esposizione ponendo l’accento sull'eleganza delle auto e degli equipaggi. I giudici di classe e quelli onorari lavorano in tandem per valutare le categorie designate.
Tutte le iscrizioni sono esaminate dai membri del Pebble Beach Concours Selection Committee: il processo inizia non appena viene ricevuta un'applicazione. Di ciascuna vettura viene esaminata, la provenienza, la storia e tutti i dettagli. In questo modo il parterre del più importante Concours d’Elegance al mondo è sempre al top.

Solo su invito. Ogni novembre gli organizzatori inviano le domande di iscrizione a molti dei partecipanti abituali. Queste devono essere compilate e consegnate all'inizio di gennaio. Dopo settimane passate a vagliare le domande, alla fine di febbraio il comitato di selezione del Concours si riunisce per decidere quali auto riceveranno l'invito ufficiale al concorso di agosto. La decisione del comitato verrà comunicata entro aprile.

Partecipazione esclusiva. Nella selezione dei partecipanti, viene data la preferenza alle auto “inedite”, ovvero quegli esemplari che non sono stati presentati in precedenza al Pebble Beach Concours d'Elegance o a un altro concorso importante. Per garantire l’unicità dell’evento, le auto accettate per il Pebble Beach Concours d'Elegance non possono essere mostrate in nessun'altra esposizione pubblica di auto, evento, mostra o asta nel mese di agosto prima del Concours. (Vengono fatte eccezioni solo per alcune auto che partecipano alla Rolex Monterey Motorsports Reunion). Inoltre, le vetture in lizza per il titolo non possono tornare a Pebble Beach prima di dieci anni, a meno che non abbiano cambiato proprietà o siano state appena restaurate. Quest’anno, in via eccezionale, nell’ambito dei festeggiamenti per il 70° anniversario del Concours saranno presenti anche le vincitrici del Best of Show degli ultimi anni.

La Giuria. Per oltre 30 anni, Sandra Button ha guidato la crescita del Pebble Beach Concours d'Elegance, servendo prima come direttore esecutivo e, dal 2002, come presidente. È stata anche profondamente coinvolta nella trasformazione dell'hobby delle auto da collezione in una celebrazione dell'automobile di portata globale, sostenendo inoltre nuovi eventi automobilistici e incoraggiando le prossime generazioni di appassionati.

Richard Adatto. Richard Adatto è un esperto di fama mondiale di auto pre-belliche francesi con carrozzeria aerodinamica, un argomento sul quale ha scritto o co-scritto otto libri. Adatto è stato membro del comitato di selezione del Concours d'Elegance di Pebble Beach ed è stato giudice capo di classe al Concours per più di 30 anni.

Chris Bock. Giudice senior dal 2013, Bock è stato spesso nominato spesso in qualità di giudice capo per la categoria American Classics. Chris Bock fa parte del comitato di selezione sin dal 2006 e svolge un ruolo chiave nella supervisione delle operazioni organizzative, assicurandosi che tutto si svolga senza intoppi. È stato partecipante, in cinque occasioni, spesso con vetture Packard, un marchio a cui è molto “devoto”. Oltre al Concorso, il signor Bock ha anche servito come presidente e giudice nazionale del Classic Car Club of America e come redattore di “Cormorant”, il magazine del Packard Club.

Stephen F. Brauer. È stato presidente e amministratore delegato della Hunter Engineering Company, multinazionale che progetta, produce e vende attrezzature computerizzate per l'assistenza tecnica a produttori e concessionari di automobili in tutto il mondo. Nel giugno 2001, il presidente George W. Bush ha nominato Brauer Ambasciatore degli Stati Uniti in Belgio, dove ha prestato servizio fino al settembre 2003. Nella lunga e brillante carriera di Brauer, troviamo poi la permanenza nello Smithsonian National Board e l’attività filantropica in numerose organizzazioni civiche di beneficenza. Il suo background automobilistico si è delineato, in giovane età, grazie al suo patrigno, Lee Hunter, la mente geniale a capo della Hunter Engineering Company e membro della US Automotive Hall of Fame. Brauer ha operato come membro del comitato di selezione sin dalla sua fondazione nel 2005 ed è stato insignito del titolo di giudice onorario capo.

Martin E. Button. Membro del comitato di selezione del Pebble Beach Concours d'Elegance, Button è un annunciatore del Concours ed è coinvolto nelle sue numerose pubblicazioni. Officia anche in molti altri concorsi, ed è il presidente della Cosdel International Transportation, società di logistica che gestisce tutti il trasporto di auto da collezione agli eventi automobilistici in tutto il mondo. Martin Button fa parte di diverse organizzazioni automobilistiche, tra cui il Veteran Car Club of Great Britain, il Rolls-Royce Owners Club e la Classic Jaguar Association.

Colin Feichtmeir. Professionista del settore immobiliare commerciale nella Silicon Valley è appassionato da sempre di auto anteguerra, soprattutto di automobili americane costruite prima del 1920. All'età di 14 anni è diventato un membro a vita dell'Horseless Carriage Club of America, e ha comprato il suo primo pezzo d'antiquariato, un modello T Ford, all'età di 19 anni, in collaborazione con suo fratello minore. Possiede ancora quella Model T e ha continuato a collezionare e studiare auto d’epoca e sportive mentre cresceva una famiglia nella California del Nord.

Ed Gilbertson. Gudice capo del Pebble Beach Concours dal 1999 al 2013, continua ad essere membro del comitato di selezione. In precedenza, Gilbertson è stato giudice capo per le classi Ferrari per 15 anni, mentre è giudice capo emerito per il Palm Beach Cavallino Classic e Ferrari Club of America. Ha fondato ed è presidente dell'International Chief Judge Advisory Group ed è presidente emerito dell'International Advisory Council for the Preservation of the Ferrari Automobile e consigliere senior sia dell'Historic Vehicle Association che della FIVA Technical Commission. In precedenza è stato direttore regionale del Ferrari Club of America e presidente del Ferrari Owners Club.

David Gooding. Presidente e fondatore della nota casa d’aste Gooding & Company, acclamata per la vendita delle auto da collezione più significative e preziose del mondo. All'inizio della sua carriera, ha aiutato a organizzare la prima asta al Pebble Beach Concours, nel 1990 e ha servito come giudice di classe in diverse occasioni, inoltre è membro del comitato di selezione sin dalla sua fondazione. Nel corso del tempo, Gooding ha valutato migliaia di veicoli per la vendita all'asta, per trattativa privata ma anche per donazione di beneficenza.

Ken Gross. Ex direttore del Petersen Automotive Museum di Los Angeles, da 30 anni è giudice capo di classe al Pebble Beach Concours d'Elegance e fa parte del comitato di selezione. Membro dell'ICJAG (International Chief Judge Advisory Group), e giudice capo per il Greenwich Concours d'Elegance, Gross esercita l’attività di giudice in molti eventi in tutto il mondo. Le sue mostre, spesso acclamate dalla critica, sono apparse persino nei principali musei di belle arti del Nord America. Gross è autore di ventiquattro libri automobilistici e cataloghi di musei, ricevendo l'Automotive Hall of Fame Distinguished Service Citation, il premio Ken W. Purdy della International Motor Press Association, il Dean Bachelor Award della Motor Press Guild, il Lorin Tryon Award e il premio Lee Iacocca.

Peter Hageman. Appassionato di automobili e motociclette sin dall’infanzia ha consacrato il suo amore per le auto ispirato dai viaggi nella Packard del 1928 della sua famiglia. Hageman acquistò la sua prima Packard a 13 anni. La passione del padre per le vetture Rolls-Royce e Mercedes-Benz e Rolls-Royce contribuì ad ampliare il suo gusto per le auto di gran lusso. La sua competenza è vastissima, ma nel mondo dell’auto è noto in particolare per la sua conoscenza delle Bentley d'epoca e delle moto Ducati. Giudice di lunga data al Concours d'Elegance di Pebble Beach, Peter Hageman ha contribuito a introdurre le classi di conservazione nell'evento e serve come giudice capo per queste categorie. È membro del comitato di selezione sin dal suo inizio e del Classic Car Club of America, mentre è stato presidente del Bentley Drivers Club per gli Stati del Nord-Ovest per 10 anni. Tra le altre cariche occupate, vi è stata anche quella di console onorario nei i Paesi Bassi per gli Stati di Washington, Idaho e Montana per 11 anni.

Julius Kruta. Storico freelance e consulente automobilistico, Kruta è stato contagiato dal “virus” Bugatti a Prescott, in Inghilterra, nei primi anni '80 e nel 1994 ha fondato una società specializzata in consulenze sui modelli Bugatti costruiti a mano. Dopo essersi laureato con una tesi sulla Bugatti, ha iniziato la sua carriera nel 2000 alla Bugatti Automobiles S.A.S nel reparto marketing. Nel 2003 è diventato "Head of Tradition" per Bugatti Automobiles S.A.S. e ha mantenuto questa posizione fino all'estate 2018. Kruta è coautore di sei libri relativi a Bugatti, mentre dal 2003 è giudice di classe al Concours d'Elegance di Pebble Beach.

Peter Larsen. Autore di diverse opere sulle auto e le carrozzerie francesi, Larsen è stato un borsista Fulbright, conseguendo il dottorato in linguistica e semiotica tra la Brown University negli Stati Uniti e l'Università di Copenhagen. Dopo aver trascorso diversi anni nell'industria musicale, Larsen gestisce ora una società di traduzioni e si dedica alla scrittura e al lavoro linguistico, parallelamente giudica in diversi concorsi in tutto il mondo e colleziona auto sportive italiane e francesi.

Al McEwan. Ex ingegnere capo nell’industria aerospaziale presso la Boeing Company, a partire dal 1970 Al ha pianificato e condotto 15 National CARavan per il CCCA (Classic Cars Club of America). Nel 2005 Al ha pianificato e condotto il primo degli annuali Pebble Beach Motoring Classics, il tour di 1.500 miglia (2.400) che termina a Pebble Beach. Mc Ewan ha esposto otto auto al Pebble Beach Concours ed è stato giudice del Pebble Beach Concours per 31 anni. Attualmente, è il giudice capo di classe per le classiche europee e membro del comitato di selezione del Pebble Beach Concours. È considerato un'istituzione nel mondo dell’auto storica, in particolare per quanto riguarda Hispano Suiza, Isotta Fraschini e Rolls-Royce.

Miles Morris. Co-fondatore e proprietario di MM Garage, un’azienda privata di intermediazione per auto da collezione con uffici nel Connecticut e in California. In precedenza, Miles è stato capo del dipartimento internazionale di auto d'epoca della casa d'aste Christie's. Morris è ambasciatore e ispettore FIVA per il Nord America. Nato e cresciuto nel Regno Unito, Miles Morris ha sempre avuto a che fare con le storiche: suo padre era un preminente collezionista britannico, già pilota e istruttore di guida su auto da corsa.

Nicholas P. Waller. Consulente del Pebble Beach Concours dal 2005 e membro del nostro comitato di selezione fin dall'inizio, Waller è stato introdotto agli eventi automobilistici in tenera età. I suoi genitori possedevano Bentley d'epoca e facevano parte della squadra corse di Briggs Cunningham quando gareggiava in Europa. La passione di “Nic” si è progressivamente orientata verso le auto da corsa del dopoguerra, specialmente quelle da Le Mans anni '50 e '60. Nic ha giudicato in diversi eventi internazionali come il Concorso d'Eleganza a Kyoto, in Giappone, e il Valletta Concours d'Elegance a Malta. Ogni anno organizza anche il suo concorso: “The Warren Classic” che si tiene vicino a Londra.

Il meglio del meglio. Per poter vincere il Best of Show a Pebble Beach, il massimo riconoscimento dell'evento, un'auto deve prima vincere la sua classe. Una volta che tutti i vincitori di classe sono stati annunciati ed esaminati, il presidente della giuria, il presidente della giuria onoraria, i presidenti della giuria di classe, i capigruppo della giuria onoraria e i giudici di classe selezionati possono esprimere il loro voto per la loro scelta per il Best of Show. L'auto con il maggior numero di voti verrà insignita dell’ambitissimo titolo.

Classi.

A-1: Antiche

A-2: Primi veicoli elettrici

B: Vintage

C: Classiche Americane

D: Convertibili Packard

E: 70 anni di vincitori del Best of Show

G: Duesenberg

H: Rolls-Royce Pre-Belliche

I: Mercedes-Benz Pre-Belliche

J: Classiche Europee

K: Talbot-Lago Grand Sport

L: Pre-Belliche conservate

M: Ferrari Gran Turismo & Competizione

N: Iso Rovolta

O-1: Auto da Corsa Post-Belliche

O-2: Sport del Dopoguerra

O-3: Auto da Turismo Post-Belliche

P-1: Pininfarina Pre-Belliche

P-2: Pininfarina Post-Belliche

P-3: Ferrari by Pininfarina

Q: Porsche 917

R: Carrera Panamericana 1950-1954

V: Miller


Premi e riconoscimenti speciali.

TROFEO ALEC ULMANN. Istituito nel 2012, viene assegnato all'auto che meglio incarna la combinazione di eccellenza nelle prestazioni ed eleganza nel design.

PREMIO ANSEL ADAMS. Istituito nel 1984, va all'auto da turismo più desiderabile della sua epoca. Il riconoscimento è attribuito in onore del noto fotografo Ansel Adams, spesso giudice onorario del concorso.

PREMIO ART CENTER COLLEGE OF DESIGN. Istituito nel 2002, va all'auto che ha mostrato il miglior uso di nuove tecnologie nella sua epoca, che ha avuto stile e tecnica rivoluzionari ed ha avuto il maggiore impatto sul design automobilistico di oggi.

TROFEO BRIGGS CUNNINGHAM. Donato nel 1978 da Briggs Cunningham in persona, viene assegnato all'auto aperta più emozionante presente. Cunningham è stato un grande sportivo americano oltre ad esser un creatore e collezionista di automobili.

PREMIO AUTO A STANFORD. Istituito nel 2013, viene assegnato all'automobile più tecnologicamente avanzata del suo tempo come determinato da studenti e professori del CARS: The Center of Automotive Research Stanford.

TROFEO CLASSIC CAR CLUB OF AMERICA. Istituito nel 2000, viene assegnato all'auto classica più significativa presente.

TROFEO DEL PRESIDENTE Istituito nel 1983, viene assegnato all'auto presente più meritevole, selezionata dal Presidente.

TROFEO CHARLES A. CHAYNE. Istituito nel 1978, viene assegnato all'auto con più tecnologicamente avanzata della sua epoca. Chayne, un ex vicepresidente della General Motors, è stato un grande sostenitore del concorso.

TROFEO DEAN BATCHELOR. Donato dalla Ford Motor Company nel 1977, viene assegnato all'auto più significativa relativamente al mondo delle Hot Rod. Batchelor era un noto scrittore e storico di auto.

TROFEO ELEGANCE IN MOTION. Istituito nel 1988, viene assegnato all'auto ritenuta più elegante in movimento. Per qualificarsi per questo premio, un'auto deve aver completato con successo il Pebble Beach Tour d'Elegance.

TROFEO ENZO FERRARI. Il premio dedicato al Drake, viene assegnato alla migliore Ferrari presente. Questo trofeo è stato preceduto dal Trofeo Hans Tanner dal 1974 al 1995 e dal Trofeo Luigi Chinetti dal 1996 al 2004.

PREMI FIVA. Presentati per la prima volta nel 1999, vengono assegnati alle auto meglio conservate e guidate regolarmente, secondo quanto stabilito da un comitato speciale guidato dal regolamento FIVA.

TROFEO GRAN TURISMO. Istituito nel 2008, viene assegnato all'auto più significativa che coniuga la bellezza e le prestazioni al massimo livello, la più acclamata per essere inserita nella saga di videogiochi Gran Turismo.

TROFEO LINCOLN. Assegnato alla Lincoln più significativa.

TROFEO LORIN TRYON. Istituito nel 1999, riconosce un appassionato di automobili che ha contribuito in modo significativo al Concours d'Elegance di Pebble Beach e al mondo dei collezionisti di auto. Tryon è stato co-presidente dell'evento per quasi trent'anni: la sua passione e la sua esperienza hanno attirato le auto più eleganti a Pebble Beach.

TROFEO LUCIUS BEEBE. Il Lucius Beebe Trophy è il primo trofeo perpetuo del Concours, è stato assegnato per la prima volta nel 1966. Va alla Rolls-Royce più in linea con la visione edonistica di Lucius Beebe, un bon vivant che ha servito a lungo nella platea dei giudici.

PREMIO MERCEDES-BENZ STAR OF EXCELLENCE. Istituito nel 1987 con Mercedes-Benz, un anno dopo le celebrazioni per il suo primo secolo di vita, viene assegnata alla Mercedes-Benz più significativa.

MILLE MIGLIA ANTEGUERRA

TROFEO MONTAGU DI BEAULIEU. Donato da Lord Montagu nel 1982, viene assegnata all'auto più significativa di origine britannica.

TROFEO ROAD & TRACK. Consegnato da Road & Track nel 1989, viene assegnato all'auto che i redattori di quella rivista vorrebbero guidare.

FRENCH CUP. Istituita a metà degli anni '80, viene assegnata all'auto più significativa di origine francese.

COPPA PHIL HILL Questo premio ha una storia lunga e importante; iniziò come The Pebble Beach Cup e fu assegnato inizialmente al vincitore della Pebble Beach Road Races. Dopo la conclusione delle gare, riemerse come premio Concours per l'auto da corsa più significativa. Nel 2005, è stato rinominato in onore di Phill Hill: campione del mondo vincitore di tre delle sette prime gare su strada di Pebble Beach e di due Best of Show al Concours, dove è stato anche un giudice di lunga data.

TROFEO TONY HULMAN. Donato nel 1993 dalla Indianapolis Motor Speedway Foundation, viene assegnato all'auto da corsa a ruote scoperte più significativa. Hulman è stato il proprietario dell'Indianapolis Motor Speedway per decenni, e la 500 miglia di Indianapolis spesso iniziava con il suo comando: "Signori, accendete i vostri motori".

Trofei d'eleganza.

J.B. & DOROTHY NETHERCUTT viene assegnato all'auto chiusa più elegante presente. I Nethercutt hanno vinto il Best of Show sei volte (un record), stabilendo anche gli standard di autenticità e qualità a cui tutti i partecipanti al Concours ora aspirano.

GWENN GRAHAM viene assegnato alla cabriolet più elegante. Graham ha partecipato alla fondazione del Concours d'Elegance di Pebble Beach

JULES HEUMANN viene assegnato all'auto aperta più elegante presente. (Un'auto aperta,differenza di un'auto convertibile, non ha finestrini laterali ma può essere dotata di tendalini).

STROTHER MACMINN viene assegnato all'auto sportiva più elegante presente. MacMinn era uno stimato designer automobilistico, istruttore e storico dell'automobile che ha servito per anni come giudice onorario capo del concorso.

Condividi
COMMENTI