News
12 novembre 2010 | di Redazione Ruoteclassiche

LA MERCEDES RIMETTE LE ALI

Quando nel 1952 la Mercedes presentò la "300 SL" con le porte ad ala di gabbiano il suo obiettivo era piuttosto ambizioso: lanciare una vettura da corsa che fosse in grado di vincere le gare più lunghe e massacranti del mondo.

L'apertura delle portiere verso l'alto permetteva di adottare un telaio più rigido. Nel 1954 la soluzione approdò anche sulla vettura di serie, contribuendo a dare alla "300 SL" quel fascino che l'ha resa famosa e per certi versi unica nel mondo. Uscita di produzione nel 1957, non ebbe una sostituta ufficiale, eccezion fatta per un paio di prototipi: la "C111" degli anni 70 e la "C112" del 1991, che ne adottarono la medesima apertura delle porte.

È di pochi mesi fa l'arrivo sul mercato della sua discendente di serie più prossima: la nuova "SLS" AMG, vettura che della "300 SL" riprende non pochi tratti stilistici, primo fra tutti proprio le "ali di gabbiano", riapparse su una sportiva stradale la bellezza di 53 anni dopo il loro debutto. Fra mezzo secolo sapremo se anche la "SLS" sarà entrata nella leggenda.

Una cosa è certa, però, già da subito: per aprire le portiere e scendere dalla macchina si rischierà di bloccare il traffico, come cinquant'anni fa…

Condividi
COMMENTI