Eventi / News
09 aprile 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

Le auto della “Polizei” al Museo Audi di Ingolstadt

La Polizia americana realizzò molto in fretta che la lotta al crimine avrebbe dovuto essere affrontata in automobile; quella tedesca, invece, ci mise parecchio ad accorgesene e continuò a mandare i propri agenti a combattere il malaffare a piedi o tutt'al più in bicicletta. Solo dopo la prima guerra mondiale, la situazione cambiò radicalmente e le forze dell'ordine tedesche cominciarono a dotarsi di veicoli a quattro ruote.

Per celebrare la storia della motorizzazione della Polizia tedesca, il 10 aprile sarà aperta presso il Museo Audi di Ingolstadt una singolare mostra tematica dall'emblematico titolo "Razzia" (potremmo tradurlo "raid della polizia"), in cui saranno esposte 14 vetture storiche in uso negli anni alla "Polizei". Si va da una Horch 400 del 1930 (il modello più vecchio esposto) a una Volkswagen Scirocco nella classica livrea blu-argento della polizia moderna, passando attraverso la Volkswagen Typ 18 A del 1949, il camion Hanomag L 28 GruKW "Grppenkraftwagen" del 1951 o la mitica BMW 501 della serie TV degli anni 60 "Funkstreife Isar 12".

Anni, i Sessanta, in cui la polizia tedesca mise in campo anche vetture tutto sommato abbastanza anonime, come la DKW 1000 S e la NSU Prinz 4, ma che per il pattuglimento in autostrada si affidava a un bolide come la Porsche 356. Completano la rassegna diverse Audi: una 100 del 1971, una 80 dei primi anni Settanta, una A6 della prima metà degli anni Novanta e una A4 Avant del 2005, senza dimenticare la Lamborghini Gallardo da 500 CV dei colleghi italiani, considerata una delle più potenti auto in dotazione della polizia nel mondo.

La mostra rimarrà aperta fino al 30 agosto.

Condividi
COMMENTI