News / Regolarità
11 giugno 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

London-Brighton, una guida per i neofiti

Per chi ancora non la conoscesse, la London-Brighton è una gara automobilistica riservata a vetture costruite fino al 1904 che si tiene ogni anno sul percorso di 60 miglia che separa Londra da Brighton. Una gara che per sua natura dovrebbe attirare pochi temerari (auto con più di 110 anni non ce ne sono molte e quelle che ci sono hanno evidenti difficoltà a muoversi) ma che in realtà è diventata una sorta di Mille Miglia per ultracentenarie, capace di attirare ogni anno quasi cinquecento concorrenti (rarissimi gli italiani). Molti dei quali si avvicinano all’evento per la prima volta.

E’ appunto pensando a questi esordienti che la casa d’aste Bonhams ha deciso di realizzare una guida pratica alla partecipazione alla gara, in modo da rendere la loro avventura più semplice possibile.

I consigli coprono tutti i punti critici di questo evento, da come assicurare la vettura a tutti i problemi burocratici affinché il mezzo sia considerato idoneo per l'evento. I veicoli ammessi devono infatti essere stati costruiti prima del 1 gennaio 1905 e devono disporre di un certificato di omologazione emesso dal Veteran Car Club di Gran Bretagna (VCC). Per chi non disponesse della vettura adatta e dei documenti idonei, il giorno prima della gara, il sabato mattina, Bonhams tiene un’asta di vetture ante 1905 che, se acquistate, consentono la partecipazione automatica alla gara.

La guida comprende anche consigli sul modo migliore per trasportare la propria auto a Londra, dove ricoverarla durante la notte, e suggerimenti sugli hotel convenzionati e su come organizzare il trasferimento dei bagagli o di un veicolo di supporto a Brighton. Come tradizione, si parte da Hyde Park all’alba e le prime auto sono attese a Brighton dalle 10.00, mentre le ultime hanno tempo fino alle 16,30.

Tra i consigli più utili contenuti nella guida:
- Portare con sé molta acqua, benzina, olio e pezzi di ricambio;
- Ospitare un passeggero con un elevato senso dell'umorismo;
- Non dimenticare la crema per le labbra (la maggior parte delle auto d'epoca sono aperte)
- Indossare indumenti caldi e impermeabili come cerate pesanti (a novembre piove e fa freddo)
- Indossare possibilmente vestiti d’epoca: gli spettatori apprezzano molto
- Utilizzare un vecchio righello di legno come asta per il serbatoio della benzina
- Lasciare un sacco di spazio tra voi e la macchina che vi precede.
- Ma, soprattutto... continuare a sorridere, nonostante tutto, per essere molto fotografati

La guida in edizione integrale può essere scaricata gratuitamente a questo indirizzo http://www.veterancarrun.com/file-download/150604065732_first_timers_guide.pdf

Condividi
COMMENTI