Eventi
05 November 2019 | di Laura Ferriccioli

London to Brighton 2019, una manifestazione di successo

Domenica 3 novembre oltre 400 temerari hanno preso il via ancora una volta da Londra verso il lungomare di Brighton con veicoli costruiti entro il 1904, nella 123esima London to Brighton Veteran Car Run

Si è aperta sotto una pioggia torrenziale la sequenza di eventi clou della London Motor Week 2019, la settimana di manifestazioni e attività dedicate a tutto quello che interessa il mondo dell'automobilismo, organizzata ogni anno dal Royal Automobile Club. Le ultime due giornate, sabato e domenica, sono sempre dedicate alla storia più remota della motorizzazione, con il Regent Street Motor Show, nel centro di Londra, e la London to Brighton Veteran Car Run, la celebre galoppata da Hyde Park fino al mare che rievoca la prima edizione della corsa 1896.

Oldies protagoniste. Sabato mattina nel cuore dello shopping londinese di Regent Street sono state esposti molti dei veicoli Veteran – costruiti cioè entro il 1904 – che il giorno dopo hanno preso parte alla manifestazione in un grande museo gratuito all'aperto, come sempre con importanti rarità in arrivo da tutto il mondo. L'evento, organizzato insieme al Veteran Car Club of Great Britain, presenta una varietà incredibile di veicoli antichi dell'era delle sperimentazioni, compresi alcuni mezzi strabilianti a vapore e persino elettrici, come la Pope Waverley del 1901 dei celebri magazzini Harrods. Le marche rappresentate sono state ben 120, molte delle quali scomparse anche da più di un secolo.

Coccarde ai vincitori. Fino alle 11 si è temuto il peggio con un acquazzone iniziato un paio d'ore prima e che non sembrava voler dare scampo. Poi, per fortuna, i teli di protezione si sono potuti togliere e la mostra ha preso vita. L'afflusso di visitatori, che già era abbastanza folto sotto la pioggia, ha avuto a quel punto un'impennata che non ha accennato minimamente a diminuire fino alla chiusura, alle 16. La sontuosa via storica che si estende tra le piazze di Piccadilly Circus e Oxford Circus è di consueto anche lo scenario del concorso d'eleganza dedicato alle Veteran, vinto stavolta da una Mercedes Tourer del 1904 proveniente dal Portogallo.

Baciati dal sole. Dopo tanto maltempo, che ha continuato sabato per tutto il giorno a minacciare l'esposizione di Regent Street – per fortuna poi solo con qualche lieve precipitazione a tratti –, domenica l'intera giornata è stata splendida. Da Londra a Madeira Drive bisognava stare attenti a non scottarsi il naso sotto il basco, o magari il cilindro, mentre si procedeva lenti e avventurosi fino al traguardo. Obiettivo, toccare la finish line entro le 16,30, il tempo massimo concesso per percorrere i 97 km previsti. E, stando al comunicato dell'organizzazione, stavolta è arrivato in tempo il 90 per cento dei partecipanti.

Appuntamento all'arrivo. Come l'anno scorso, il tragitto è stato diviso in due all'uscita dalla capitale, in modo da non congestionare il traffico nella periferia, con un successivo ricongiungimento a Croydon dei due flussi di equipaggi: in totale sono state oltre 400 le auto partecipanti e come sempre il pubblico ai lati delle strade è stato enorme e molto caloroso. Poi la sosta con generi di conforto a Crawley, a metà strada, e le famose colline della London to Brighton, lungo la campagna che precede l'arrivo nella città balneare, dove in tanti devono darsi da fare a spingere per superare le salite.

Incidente mortale. Intorno alle otto di domenica sera, il presidente del Royal Automobile Club ha interrotto l'immancabile cena di gala annuale del VCC al Grand Hotel Brighton per dare la triste notizia di una “collisione tra un'auto che stava prendendo parte alla Run e un veicolo moderno, con il conseguente decesso del conducente della Veteran”. Al momento non si conoscevano ancora i dettagli della tragedia, appresi dai giornali il mattino dopo: una Knox Runabout del 1903 ha imboccato per sbaglio l'autostrada M23 all'altezza di Hooley ed è stata travolta da un Tir. Il driver, 80enne, è morto sul colpo; la moglie è stata trasportata in ospedale con un trauma cranico e, stando agli ultimi aggiornamenti, potrà essere dimessa nei prossimi giorni.

Condividi
COMMENTI