News
08 marzo 2019 | di Alberto Amedeo Isidoro

Master Restauratori Moto Classiche, si parte!

Al via oggi nella sede dell'Editoriale Domus i corsi del primo Master Restauratori Moto Classiche. Ad attendere i ragazzi, nell'officina di Dueruote, tre weekend lunghi all'insegna della passione per le motociclette d'antan.

L'officina apre i battenti, le moto sono già sulle piattaforme, gli studenti con le orecchie tese, seduti sulle panche attorno al piano di lavoro, pronti a prendere appunti: è cominciato, nella nostra sede, il primo Master Restauratori Moto Classiche, organizzato dall'Accademia Editoriale Domus con gli esperti della redazione di Dueruote, dell'Asi e di Newfren.

Benvenuti in Editoriale Domus! Accolta dalle parole di Massimo Borio, che gestisce e coordina le attività dell'accademia della nostra casa editrice, e del direttore di Dueruote, Christian Lancellotti, la classe si è accomodata nell'aula-officina all'interno della quale si svolgerà l'intero percorso formativo, un mix di lezioni teoriche e pratiche che impegnerà allievi e docenti per i prossimi tre weekend, dal venerdì alla domenica.

C'è da sporcarsi le mani. Subito Massimo Raselli e Bruno Ferrari, gli esperti di restauro che seguiranno gli allievi nelle fasi di smontaggio, ripristino e rimontaggio dei pezzi, hanno messo in chiaro come ci sarà da sudare per riportare all'antico splendore le due KTM storiche oggetto di studio e lavoro per questo e per i prossimi due fine settimana. Non a caso infatti, assieme a un block notes per gli appunti e al programma dei corsi, a ciascuno dei venti partecipanti è stata consegnata una salopette da lavoro.

Gruppo misto. Eterogeneo il gruppo di allievi, sia per provenienza geografica che per età e formazione professionale: ci sono ragazzi giovani e adulti, alcuni carrozzieri e meccanici, altri provenienti da ambiti completamente estranei al restauro eppure fortemente appassionati alla meccanica.

L'offerta formativa si amplia. Tra i partecipanti, anche il collega Cosimo Murianni, giornalista di Quattroruote con più di una moto d'epoca in garage, che ha riassunto così le prime sensazioni a caldo: "Davvero una bella iniziativa, a cui ho aderito con grande interesse, mosso da una passione che coltivo sin da piccolo. Un proseguimento ideale del percorso formativo inaugurato col Master Restauratori Auto d'Epoca (quest'estate è già in programma la terza edizione, ndr) che, in aggiunta, offre agli studenti la possibilità di effettuare in prima persona gli interventi di ripristino".

Buon lavoro ragazzi!

Condividi
COMMENTI