Club
02 agosto 2018 | di Laura Ferriccioli

“Mehari Days”, si parte!

I motori si stanno scaldando, sono pronte anche le T-Shirt officiali dell'evento 2018: è l'ora del Mehari Days, quest'anno alla seconda edizione, per festeggiare il 4 e il 5 agosto in Piemonte i cinquant'anni della tuttofare di casa Citroën.

Cinquant'anni e non dimostrarli. Presentato alla Direction Générale Citroën nel 1967, il primo prototipo con motore da 425 cm³ (18CV) della vettura è stato subito acquisito dall'azienda. Nome: "Méhari", una specie di Dromedari, a sottolineare l’aspetto utilitario dell'auto, realizzata in materiale plastico, e la sua resistenza. I primi 2500 esemplari sono stati prodotti nel 1968, in contemporanea all'esposizione al Salone dell'Auto di Parigi. Il modello è rimasto in produzione fino al 1987.

Strade ad hoc. Al Mehari Days, una lunga sfilata di due giorni attraverso strade secondarie talvolta sterrate, tipiche delle valli del Cuneese, parteciperanno una ventina di vetture di varia configurazione, compresa una 4x4. La partenza è a Beinette, l'arrivo a Cartignano, in Valle Maira. Domenica il tragitto si concluderà al lago artificiale del Forte Albertino di Vinadio, dopo il valico del celebre Colle Fauniera a 2511 metri slm.

Club Citroën 2CV & Derivate. Il tutto organizzato per iniziativa di due membri del Club Citroën 2CV & Derivate, Andrea Grosso e Luca Fina. L'associazione è una delle più vaste e di vecchia data in Italia di possessori della 2CV e dei modelli costruiti con la stessa filosofia quali Dyane, Ami, furgonette AZU, AK, Acadiane e, appunto, Mehari. Fondato nel 1991, il club annovera al momento 1400 soci attivi. Le iscrizioni al raduno sono ancora aperte. Per maggiori informazioni: meharidays@gmail.com

Condividi
COMMENTI