Auto
23 September 2019 | di Alberto Amedeo Isidoro

Mercedes-Benz, brilla una Stella nella savana

Giovane, dinamico e immerso nella natura selvaggia: il Mercedes-Benz Club Kenya nasce dalla passione dei suoi fondatori per la Classe S. Un mito intramontabile anche da queste parti...

In effetti fa un po' strano vederle così, tutte impolverate, intente a districarsi tra rami, sterpaglie e sterrati impervi. Come strappate nel cuore della notte dai salotti buoni delle metropoli occidentali, le lussuose berline d'epoca del Mercedes-Benz Club Kenya vivono una seconda vita al sole caldo della terra dei leoni.

Mercedes, che passione! Il vicepresidente del sodalizio, l'ottantesimo al mondo a essere riconosciuto come ufficiale dalla Casa di Stoccarda, si chiama Hermann Mike. Sempre sorridente in jeans e t-shirt, 38 anni, lavora in una società di carte di credito a Nairobi. La sua collezione privata è centrata sul suo modello preferito della Stella, la Classe S: "Le ho avute praticamente tutte, moderne e d'epoca e ovviamente - scherza - S è anche la mia lettera dell'alfabeto preferita".

Tutti insieme nella savana. Nel tempo libero, insieme alla moglie Pauline, hostess della Kenya Airways anche lei trentottenne, si dedica alla sua piccola officina. Il luogo intimo e speciale dove prendersi cura delle sue cinque Classe S, ma anche il punto d'incontro per gli appassionati della zona. "Io e Pauline ci avventuriamo spesso in gite fuori porta. Una volta abbiamo raggiunto le rive del lago Naivasha, un'altra ancora abbiamo battuto in lungo e in largo il parco nazionale di Nairobi" racconta Hermann. "Quelli che per la nostra W116 dovrebbero essere esclusivamente lunghi viaggi-test, per fortuna si trasformano sempre in allegri road trip tra amici e appassionati. Ed è sempre un gran divertimento".

Una grande famiglia. Il riconoscimento ufficiale da parte della Casa del sodalizio, avvenuto soltanto qualche mese fa e dopo un lungo "pellegrinaggio" in Germania, prima al museo e poi alla fabbrica di Sindelfingen, ha riempito di gioia e orgoglio i soci che lo fondarono nel 2014. Con Hermann ci sono Amon Somolong, il presidente, che a 29 anni è già capo di un'agenzia viaggi, e gli altri due vice presidenti: Ronn Nginda, professore universitario ed esperto di finanza, e Sam Oendo, che vive in Texas ma è sempre connesso col suo iPhone e non salta mai una riunione. E poi il trentaduenne Michael Collins, "Il nostro ricambista di fiducia" spiega Hermann. "Michael vive a Colonia, in Germania, e quando torna in Kenya porta sempre con sé una valigia piena zeppa di ricambi. Una vera benedizione...".

TAGS Mercedes
Condividi
COMMENTI