News
24 novembre 2016 | di Redazione Ruoteclassiche

Milano AutoClassica 2016 seconda edizione: le prime immagini

Al via la sesta edizione di Milano AutoClassica, la seconda del 2016, evento dedicato alle auto storiche che si tiene fino a domenica 27 nei padiglioni 18, 22 e 24 di Fiera Milano Rho. Circa duemila le auto esposte, molte delle quali in vendita. Alle quali si sommano le 430 auto, le 150 moto, i 60 natanti, e centinaia di biciclette d’epoca e di automobilia che saranno battuti in una tre giorni storica dalla Casa d’aste RM Sotheby’s proprio in uno dei tre padiglioni in cui si snoda Milano AutoClassica.

A fare da contorno, come ormai d’abitudine, molta della produzione attuale di marchi come Abarth, Alfa Romeo, Aston Martin, Infiniti, Jaguar, Jeep, Lamborghini, Land Rover, Maserati, McLaren, Tesla. Il tutto su 50mila metri quadrati coperti affiancati ad un circuito esterno di 1,4 chilometri destinato a gare, sfilate e test drive. Tra queste la recentissima Lamborghini Centenario, prodotta in soli 40 esemplari per celebrare i 100 anni di Ferruccio Lamborghini, alla quale fa da contraltare la Ferrari 275 GTB/6C Alluminio del 1966, che RM Sotheby’s metterà all’asta (sarà battuta nella giornata di sabato).

Milano AutoClassica si festeggia anche il 110° anniversario dalla fondazione della Lancia (che cade domenica 27 novembre, a fiera ancora aperta) con una esposizione degli esemplari più significativi e tenendo a battesimo il programma Lancia Classiche, grazie al quale, da dicembre, i proprietari delle vetture storiche Lancia potranno usufruire dei servizi di certificazione e restauro delle “Officine Classiche” di FCA Heritage a  Mirafiori, e del conseguente rilascio del “Certificato d’autenticità”. Come già succede per le Abarth e per le Ferrari storiche.

Tra le Lancia presenti: la Alfa del 1907; la Lambda Torpedo Ballon del 1925; la Dilambda del 1930; la Astura del 1932; la Aprilia del 1937; la D50 del 1954; la Aurelia B24 Spider del 1955; la Flaminia Loraymo del 1960, una Coupé così  chiamata in onore del designer Raymond Loewy che la concepì, noto per aver disegnato tra le altre cose la bottiglia in vetro della Coca Cola; la Flavia Coupé del 1967; la Fulvia Coupé Rallye 1.6 HF del 1972; la Stratos del 1976; la Rally 037 del 1982; la Delta S4 del 1986; la Thema Ferrari 8.32 del 1988, e la Delta HF Integrale del 1994.

Un’altra celebrazione in programma è quella relativa al sessantesimo anniversario della denominazione Veloce, apparsa per la prima volta su un’Alfa Romeo nel 1956. Nello stand del Biscione sono esposte a Milano AutoClassica le storiche Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce e Giulia Sprint GT Veloce, accanto alla nuova Giulia Veloce, che fa il suo debutto in Italia per la prima volta dopo il lancio internazionale al Salone di Parigi.

Condividi
COMMENTI