Eventi
17 August 2019 | di Laura Ferriccioli

Monterey 2019: l’Italia classica negli USA

I cinquant'anni della Ferrari Dino 246 GT e della Iso Lele, il sessantesimo anniversario De Tomaso, le settanta candeline di Abarth. Sabato 17 agosto Concorso Italiano celebra, nell'ambito della Monterey Car Week, i traguardi più prestigiosi della storia automobilistica del Belpaese.

Circa mille auto italiane vengono riunite ogni anno, in agosto, a Monterey (California) con una folla di oltre diecimila visitatori che si ritrovano per ammirarle in tutto il loro splendore. È Concorso Italiano, giunto alla 34esima edizione, che seleziona i brand più prestigiosi della storia del car design tricolore e li celebra per il pubblico della Monterey Car Week.

Cavallini d'America. Questa edizione del Concorso Italiano segna anche il ritorno sulle colline prospicienti l’oceano Pacifico del Concorso Ferrari FCA-PR Vintage, dove FCA sta per Ferrari Club of America. Ryan Pimentel, il direttore di FCA-PR Concorso, guida la giuria con il supporto di una squadra di giudici esperti e di grande talento. La valutazione è aperta a tutte le Ferrari pre-2011 e condotta secondo le linee guida dell'International Advisory Council per la conservazione delle Automobili Ferrari (IAC / PFA).

Made in Italy a go-go. L’esposizione a Concorso Italiano del Gruppo FCA è dedicata a Fiat, Abarth e Lancia nonché al cinquantesimo compleanno del Club Fiat America. Nell'estate del 1969 veniva infatti fondata Fiat America così come il primo Club Fiat nel Nord America. All'evento non può mancare anche Alfa Romeo, con modelli iconici come Giulietta e Giulietta Spider del 1955 – emblemi a quattro ruote della Dolce Vita italiana – e la Junior Zagato, che celebra il cinquantesimo della sua prima apparizione nel 1969.

Una chicca di Zagato. A Concorso Italiano sarà esposto un raro prototipo Zagato del 1964, mandato in America per l’occasione dal collezionista torinese Marco Gastaldi. È uno dei soli tre prototipi Zagato costruiti su un telaio Hillman Imp, basato su un progetto di Ercole Spada. Il veicolo è più leggero dell'originale e il suo design è molto più avanzato. Elio Zagato nutriva grandi speranze per questo progetto, anche stabilendo una filiale britannica: Zagato Ltd. Questo modello, l'unico con “sopracciglia” regolabili sopra i fari, prese parte all'edizione del 1964 del Earl's Court Car Show. Ha ancora la registrazione originale nel Regno Unito, British Zagato Ltd., come produttore.

Nel nome della Pantera. De Tomaso sarà tra i protagonisti dell'evento con i suoi sessant'anni dalla fondazione del marchio, avvenuta nel 1959. Per l’occasione, Dallas Raines, il meteorologo della KABC-TV, esporrà la sua Pantera L del 1974, supercar e modello iconico dell’epoca.

La Bella fiera. Mario Carlo Baccaglini, l’imprenditore italiano che da oltre trent'anni organizza la fiera Auto e Moto d'Epoca di Padova, è stato insignito del premio “La Bella Macchina” di Concorso Italiano, nell'ambito della Monterey Car Week. “Sono onorato di ricevere il premio e di rappresentare la cultura del Classic italiano nell’appuntamento dedicato all’auto d’epoca più rinomato al mondo”, ha dichiarato il patron della kermesse numero uno in Italia.

Sorprese a due ruote. L’esposizione della preziosa collezione Talbott di moto si annuncia come una chicca che manderà in visibilio gli appassionati delle motociclette. Robb Talbott ha collezionato, negli anni, circa 200 moto provenienti da 16 Paesi. Una raccolta, la sua, che riscalderà i cuori dei rider presenti alla manifestazione.

Condividi
COMMENTI