Auto / News
07 aprile 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Morgan Plus 8 50th Anniversary Special Edition: oggi come ieri

Per festeggiare i 50 anni del primo otto cilindri su una Morgan arriva una versione speciale fedele alla ricetta originale. Al passo di addio di soli 50 esemplari anche il BMW aspirato.

Ci sono auto che rimangono fedeli a se stesse anche dopo 50 anni e oltre seimila esemplari venduti. E non potrebbe essere diversamente trattandosi di Morgan. La Plus 8 presentata al Motor Show di Earl Court del 1968 su una intuizione Peter Morgan si caratterizzava per gli otto cilindri e la leggerezza del telaio che, unita alla potenza, rese subito speciale la miscela che univa classe e divertimento.

Una lunga carriera per un modello di largo successo, sia su strada che in pista; epopea interrotta dopo tanti anni (ben 36) quando a dare il passo d'addio nel 2004 fu il mitico Rover V8. Poi  la rinascita nel 2012 con un compromesso anglo tedesco. Compromesso si fa per dire perché con il 4,8 litri da ben 367 cavalli e il peso che gravita intorno alla tonnellata siamo più vicini a scelte radicali. La Plus 8 del nuovo secolo con il suo telaio evoluto e continuamente aggiornato in allumino copre lo zero cento in 4,5 secondi e arriva alla soglia dei 250 km orari.

Al salone di Ginevra 2018, dopo una strategia teasing fatta di video, foto e anticipazioni la Morgan ha presentato la versione ultimativa del modello, pensata per festeggiare l'anniversario, una bella notizia che ne nasconde altre. Quella meno buona meglio dirla subito: anche qui siamo al passo d'addio. Il comunicato è sibillino ma si parla dell'ultima Morgan che utilizzerà il propulsore aspirato BMW.

Il futuro, quindi, sarà diverso, almeno nel propulsore. E anche questa generazione di Plus 8 presto passerà nei libri di storia. Ma ecco allora che le notizie diventano in un certo senso buone per collezionisti e nostalgici, che dovranno affrettarsi per mettersi in garage uno degli esemplari di questa edizione limitata. Solo 50 esemplari, con il numero 8 dipinto in vista, modello vedo non ti vedo sulla griglia anteriore, e solo due colori tipicamente british come il “blu speedster” e il “british racing green” che richiamano lo spirito corsaiolo insieme a tanti dettagli pieni di passione. A cominciare dal soft top o ai fari anteriori tondi in rilievo.

Prezzo da 107.000 sterline e possibilità di scegliere se avere guida a destra o sinistra sono solo l'inizio del menu. A proposito rispetto alle circa 80.000 della versione normale il sovrapprezzo non è proprio bassissimo. Per celebrare degnamente l'occasione ci sono una serie di attenzioni che vanno dal celebrativo al funzionale ma sempre in grado di far scendere la lacrimuccia agli appassionati del genere e del modello.

Si potrebbe partire dagli scarichi colorati ricoperti in ceramica e studiati per dare un sound ancor più godereccio, e proseguire con le rifiniture delle cinghie in pelle sul cofano che richiamano tempi antichi declinati poi in spirito contemporaneo con i fari al led. O il differenziale autobloccante.

Se da fuori la Plus 8 sembra simile alla nonnina la dotazione tecnologica ha avuto una forte evoluzione. Come, ad esempio, anche i cerchi in lega che sono pensati per raffreddare al meglio i dischi e fare spazio alle pinze, accompagnando il tutto con l'eleganza del color champagne, esclusivi per questo modello. I sedili sono in pelle nera con un trattamento speciale per renderli resistenti all'acqua.

Per ricordare il tempo che fu e che sarà, ai fortunati possessori dell’ultima generazione Plus 8 con motore BMW, Morgan consegnerà insieme alle auto uno speciale orologio della maison Christopher Ward, anche questo tirato in soli 50 esemplari. Facile immaginare che tra qualche decennio nelle aste online verranno battuti assieme per ricordare anche questo passaggio storico di uno dei marchi e modelli più evocativi dello spirito british.

Luca Pezzoni

TAGS morgan
Condividi
COMMENTI