News
22 novembre 2005 | di Redazione Ruoteclassiche

NO ALLE NON CATALIZZATE

Conto alla rovescia in Toscana per le auto non catalizzate immatricolate prima del 1993 e per tutti i ciclomotori a due tempi che non rispettano le direttive Cee. Il 1° gennaio 2006 scatterà infatti per questi veicoli il divieto totale alla circolazione. Per sempre. Il provvedimento è gravissimo perché nono tiene conto delle "storiche", nemmeno di quelle iscritte nei registri. È giusto vietare la circolazione ai veicoli inquinanti che percorrono molti chilometri in città; è ridicolo farlo con le auto d'epoca, che escono dal box saltuariamente.

La limitazione riguarda per ora Firenze, Grosseto, Lucca, Pisa, ma anche piccoli comuni come Campi Bisenzio, Montelupo Fiorentino, Scandicci. Gli appassionati toscani temono che altri possano seguirne l'esempio. Interpellata, la Regione Toscana precisa che alcuni comuni hanno escluso i veicoli d'interesse storico e collezionistico, ma per le Politiche Territoriali Ambientali l'uso sarà possibile solo in occasione di manifestazioni e raduni autorizzati. Più comprensivo il comune di Livorno, che ha escluso dal provvedimento i veicoli iscritti nei registri Asi, Fiat, Alfa Romeo, Lancia e FMI. Ma perché solo questi? Forse sul tema c'è molta ignoranza.

Condividi
COMMENTI