Regolarità
21 giugno 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Passione Caracciola 2018, un appuntamento da non perdere

I grandi Passi Alpini, il fascino e l'eleganza di Ginevra, un viaggio che in cinque giorni - da mercoledì 20 a domenica 24 giugno - attraversa la Svizzera da est a ovest. Ecco perché non dovete assolutamente perdervi il Passione Caracciola 2018.

Nel cuore della Svizzera. Se siete in Svizzera e vi piacciono i motori d'antan, non avete scuse, buttatevi sulle strade che da Gens portano a St. Moritz: le storiche in gara attraverseranno nell'ordine Interlaken, il celebre Klausenpass (una cronoscalata massacrante, teatro di mille battaglie che videro protagonista il pilota tedesco Rudolph Caracciola a cavallo tra gli anni 20 e 30) e Bad Ragaz.

Un nome entrato nella leggenda. Il nome dell'evento, un rally di regolarità per auto storiche tra i più apprezzati nel panorama degli appuntamenti internazionali di settore, rende omaggio a una figura leggendaria dell'automobilismo sportivo, Rudolph Caracciola, pilota da gran premio tra i più in voga del suo tempo. Compagno di squadra, nel 1932, di Nuovalari e Campari all'Alfa Romeo, nel corso della sua carriera ha vinto tre titoli europei Grand prix e tre campionati europei della montagna. Il suo nome è legato soprattutto alla Mercedes-Benz: nel 1938, al volante della W125 Rekordwagen, stabilisce la velocità record di 432,7 km/h.

Le classi. Quattro le categorie in cui sono raggruppate le vetture in gara: Classe D (Post Vintage: vetture costruite entro il 1945), Classe E (Post War: vetture costruite dal 1946 al 1960), Classe F (Classic: vetture costruite dal 1961 al 1970) e Classe G (Modern: vetture costruite dal 1971 al 1980).

Per informazioni aggiuntive, e per conoscere nei dettagli l'itinerario che seguiranno le storiche (in totale sono una sessantina), vi invitiamo a visitare il sito internet della manifestazione.

Condividi
COMMENTI