News
22 giugno 2017 | di Redazione Ruoteclassiche

Passione Caracciola, partenza dalla Domus di Rozzano (video)

Le 58 vetture partecipanti alla manifestazione di regolarità dedicata a Rudolf Caracciola hanno preso il via dalla nostra sede di Rozzano alla volta del centro di Milano. Domani tappa a Monza, quindi ripartenza e arrivo in serata a Sankt Moritz. Terza tappa da St. Moritz e, passando per Davos, arrivo ad Arosa; sabato tappa finale con arrivo a Lugano. 

È partita ufficialmente ieri dalla sede di Editoriale Domus la terza edizione di Passione Caracciola. La manifestazione interamente dedicata alla figura di Rudolf Caracciola (definito in molti modi: da "migliore pilota tedesco mai esistito prima dell'ascesa di Michael Schumacher" a "miglior pilota - secondo Alfred Neubauer, storico DS Mercedes - di tutti i tempi" a "personaggio forse più bravo anche dello stesso Nuvolari") si articolerà tra Italia e Svizzera offrendo ai 58 equipaggi partecipanti (come 58 furono gli anni di vita dell'asso tedesco) un affascinante itinerario.

Tutta la manifestazione ruota intorno all'asso tedesco, la cui vita, le cui esperienze e la sua carriera rivivono, in qualche modo, in ogni istante dell'evento. Le vetture ammesse, fino al 1980, saranno suddivise in quattro categorie secondo l'epoca di produzione e prenderanno parte ad alcune prove di regolarità lungo il percorso.

Il tracciato non è mai lo stesso (traguardo finale a parte) ma cambia di anno in anno nel segno di Caracciola. A Passione Caracciola 2016 la partenza fu fissata a Zurigo (dove si tenne il circuito di Svizzera, gara vinta proprio da lui nel '35 e nel '37) e raggiunse Lugano. Quest'anno mantenendo fisso il traguardo nella città del canton Ticino (qui il pilota visse gli ultimi anni di vita), la partenza è stata fissata da Milano e farà tappa, nella giornata di oggi, sulla pista di Monza. Scelte, naturalmente, non casuali: “Caracciola era uno dei pochi piloti che, quando veniva a Monza per gareggiare, amava soggiornare in centro a Milano, in una pensioncina nell’area Rinascente-Galleria. Per questo abbiamo deciso di comprare una guglia del Duomo di Milano e dedicargliela. Per questo ci ritroveremo in piazza del Duomo“, ha detto Paolo Spalluto, deus ex-machina di Passione Caracciola. Il pilota, peraltro, nel 1932, in seguito al ritiro della Mercedes dalle competizioni, fu per qualche tempo ingaggiato dall'Alfa Romeo.

In una continua armonia tra rivisitazione storica e glamour le storiche raggiungeranno, nella serata di oggi, Sankt Moritz (qui Caracciola vinse una gara nel 1929 con una Mercedes SSK). Domani il percorso porterà nella stazione sciistica di Arosa (località scelta dal pilota per la villeggiatura e, nel 1934, per la convalescenza dopo un brutto incidente). Sabato 24, ultimo giorno della manifestazione, le vetture saliranno al passo del Lucomagno e scenderanno verso la meta finale di Lugano.

Alvise-Marco Seno

Condividi
COMMENTI