News
25 July 2020 | di Roberto Manieri

Piemonte: la giunta apre alle deroghe anche prive di Move-In

Piemonte e auto storiche, la Giunta Cirio apre alle deroghe: “Ai veicoli con oltre 40 anni libera circolazione garantita pur senza Move-In”.

Dopo aver annunciato l’introduzione del sistema Move In alla Lombarda per tutti i mezzi inquinanti, la giunta regionale piemontese si dice pronta a sostenere il mondo delle auto storiche: “I veicoli con oltre 40 anni potranno circolare liberamente anche senza il sistema Move-in” ha annunciato oggi l’assessore all’Ambiente della Regione, Matteo Marnati. La decisione è tata assunta in risposta ad alcune polemiche innescate da una parte della politica e dai rappresentanti del mondo delle auto storiche in merito alle decisioni della Giunta su traffico veicolare e inquinamento atmosferico.

Tutelare i veicoli ultra 40ennali. “La delibera sul Move In – ha spiegato Marnati - non è stata ancora approvata in quanto la giunta prevista venerdì mattina è stata posticipata alla settimana prossima. Move In è la soluzione per tutte le auto che saranno oggetto della limitazione, in quanto prevede un chilometraggio annuale specifico, calcolato solo nei tragitti del Piemonte. Senza di esso migliaia di auto non potranno più circolare. In Lombardia più di 13.000 lo hanno già adottato l'anno scorso”. L’assessore regionale all’Ambiente si è detto anche “concorde che vadano tutelati quei modelli di grande valore storico, portando a breve in giunta una proposta che permetterà alle auto con oltre 40 anni, che sono un numero davvero esiguo, di poter circolare più liberamente anche senza Move In, per cui si stanno definendo solo gli ultimi aspetti tecnici”.

Limitazioni in vista per le Euro 4. “Avremmo voluto occuparcene prima – ha proseguito Marnati - ma la pandemia ha occupato gran parte delle attività degli ultimi mesi. Fra qualche giorno ci incontreremo con i partner dell'accordo del bacino padano, i colleghi di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, per decidere di posticipare a gennaio l'introduzione della limitazione anche per l’euro 4, come previsto dal piano della qualità dell’aria. Secondo il piano, infatti, già dal primo ottobre gli euro 4 non potrebbero più circolare. Questa decisione è stata proposta alla luce del lungo lockdown nei mesi primaverili, che ha fortemente danneggiato il tessuto economico italiano”.

Una concessione per gli over 60. L’assessore ha poi ricordato che l'anno scorso la giunta ha deciso l'introduzione della possibilità concessa agli ultrasettantenni di circolare con qualsiasi automobile, anche storica. Senza alcuna limitazione di sorta, dunque, decisione tuttavia che è stata oggetto di un ricorso al Tar da un comitato ambientalista che resta tuttora pendente.

Lista di salvaguardia. “Resto dell'idea – ha concluso Marnati – che per rilasciare il certificato di rilevanza storica per gli autoveicoli ci sia bisogno di un ente pubblico e non privato, che possa garantire la terzietà della decisione”. Il riferimento è alla valutazione diretta della consistenza del parco veicolare storico, sul modello della Lista di salvaguardia sulle vetture storiche che tenga conto del patrimonio effettivo di mezzi di quel tipo circolanti e quindi meritevoli di tutela.

Condividi
COMMENTI