Eventi
18 ottobre 2018 | di Laura Ferriccioli

“Ruote nella Storia” fa dieci con Agliè (TO)

Stanno per prendere il via gli ultimi scampoli di “Ruote nella storia”, ciclo di incontri di sport e aggregazione all'insegna dell'automobilismo d'antan e dei piccoli centri da riscoprire del nostro Paese. Questo weekend tocca ad Agliè (TO).

Un crescendo d'interesse. Da tre a undici. Tante erano le tappe in calendario di “Ruote nella Storia” l'anno scorso e tante sono quelle messe in fila quest'anno. Il ciclo di eventi organizzati da Aci Storico e dagli Automobile Club via via coinvolti è andato nettamente crescendo e si è esteso in tutto lo Stivale. In alcune occasioni è stata anche inclusa una parte sportiva, di regolarità classica, sebbene non competitiva: gli eventi sono per lo più raduni e visite culturali dedicate ai piccoli borghi italiani, per il piacere di condividere giornate alla scoperta dei più caratteristici luoghi della Penisola. E in effetti le iniziative sono in collaborazione con l’associazione “I Borghi più Belli d'Italia", che si pone lo scopo di valorizzare il grande patrimonio di storia, arte e cultura dei piccoli centri d’eccellenza del nostro Paese. Dopo le tappe di Montesarchio (Benevento), Brisighella (Ravenna), Corinaldo (Ancona), Castelsardo (Sassari), Asolo (Treviso), Campo Ligure (Genova), Castelmezzano (Potenza), Soncino (Cremona) e Cisternino (Brindisi), è ora la volta di Agliè, in provincia di Torino, per l'uscita numero dieci.

Weekend di nobiltà. L'appuntamento, alla scoperta del piccolo comune sorto sul sito dell'antica città romana di Alladium, è fissato per domenica 21 ottobre. Una carovana di vetture d’epoca e d'interesse storico si muoverà attraverso i suggestivi percorsi piemontesi del Canavese fino al Castello di Agliè, che dal 1997 è parte del sito Unesco Residenze Sabaude. La partenza è prevista da Piazza Vittorio Veneto, a Torino, alle 9, con arrivo dopo poco più di un'ora di strada. La distanza che verrà coperta è di 41 km. Residenza estiva dei Savoia, il Castello presenta una facciata monumentale ed è composto da ben 300 stanze, per la maggior parte arredate con mobili d'epoca. È circondato da giardini all'inglese e all'italiana, e da un grande parco ricco di fiori rari ed alberi secolari. Mentre per gli equipaggi si svolgeranno le visite guidate - oltre a un concerto pomeridiano -, le vetture rimarrano in esposizione nel borgo, nella piazza Caduti di Nassiria, fino alla conclusione della giornata, intorno alle 16. Tutti pronti, poi, per quello che sarà l'ultimo giro del 2018, passando dal Piemonte alla Sicilia per un viaggio a Sutera, in quel di Caltanissetta.

Condividi
COMMENTI