Club / Eventi / News
22 giugno 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

Ruoteclassiche Talent Club, tutti i vincitori di Monza

Tra le novità più intriganti, a contorno della Coppa Intereuropa Storica (19-21 giugno), si è tenuta quest'anno la prima edizione del Ruoteclassiche Talent Club, organizzato per premiare i sodalizi, ma anche le automobili e i soci. Tre i riconoscimenti previsti per i club:

1) il più fedele, assegnato al Fiat 500 Club Italia, presente con un centinaio di esemplari (hanno ricevuto in premio 25 torce a led Beta); 2) il più fantasioso, andato all’ACN - Autoamatori Club Novara, che esponeva una riproduzione dell’auto del cartone animato Gli Antenati (a loro 25 copritablet Tucano); 3) il più simpatico, vinto dai Maiali da Corsa, già il nome meritava un premio, che si faceva notare per la divertente coreografia rosa shocking, la grigliata e la pista per i bambini (in premio 9 prodotti per la pulizia e la cura dell'auto e diversi cappellini).

Per quanto riguarda le automobili, sono state premiate le seguenti categorie:

1) la meglio conservata - Lancia Aurelia B24 Convertibile, appartenuta alla Pininfarina (il proprietario ha ricevuto in premio un buono per il ritiro di un telo copriauto su misura Cover Car e un trolley Tucano); 2) la più rara - Honda N 360, immatricolata da nuova in Italia (all'equipaggio sono andati due orologi Mondial Watch Group Scuderia Ferrari); 3) l'arrugginita in pace - Citroën 2CV, parecchio vissuta ma elaborata in maniera decisamente spiritosa (in premio un paio di occhiali Menrad Linea Revo e un trolley Tucano).

Giudicati infine i più calzanti abbinamenti tra automobile ed equipaggio; il premio Alta fedeltà è andata al sodalizio Romeo Racing, per l’Alfa Romeo Giulia rossa, guidata da un pilota - Stefano Bergamasco - in tuta coordinata ed esposta con un contorno di accessori per picnic d’epoca (premio, due borse Tag Heuer); quello per il Miglior Stile è andato alla Fiat 1200 Trasformabile del presidente del Classic Club Italia, Domenico Semprini, accompagnato dalla moglie in abito anni 50 (hanno ricevuto due paia di occhiali Menrad Linea Revo); il premio Eleganza infine è stato assegnato a una MG Magnette del 1957, magnificamente restaurata dal proprietario, Giulio Andreano, presentatosi con la sobria eleganza di un vero signore inglese dell’epoca (a lui un orologio Eberhard Champion V Time e un Trolley Tucano).

Maurizio Schifano

Condividi
COMMENTI