News
04 aprile 2002 | di Redazione Ruoteclassiche

SCOMPARSO SERAFINI

Si è spento, all'ospedale Sant'Orsola di Bologna, Dorino Serafini (nella foto). Il pesarese, classe 1909, ha legato il suo nome soprattutto alla Benelli, uno dei marchi più prestigiosi nella storia del motociclismo mondiale. Serafini esordì a diciotto anni sul circuito di Rimini con una Benelli "175" monoalbero. Le prime vittorie, nel 1932, sui circuiti di Forlì e Ancona con una "175" bialbero affidatagli sempre dalla Casa pesarese. Sette anni dopo, conquistò il titolo europeo in sella alla Gilera quattro cilindri con compressore. Nel dopoguerra, passò alle automobili con OSCA, Maserati e Ferrari, come terzo pilota insieme ad Ascari e Villoresi. Nel 1950, divise con Alberto Ascari (cui aveva ceduto la propria monoposto) il secondo posto al GP d'Italia su Ferrari "375". La sua carriera venne interrotta l'anno successivo da un grave incidente durante la Mille Miglia, mentre era al volante di una Ferrari "340 America".

Condividi
COMMENTI