News
28 giugno 2010 | di Redazione Ruoteclassiche

SEGUENDO LA PISTA DI MARRAKECH

Torna il Rallye International du Maroc, sfiancante gara a tappe di cui si corsero 23 edizioni in 54 anni, a partire dal 1934 e che per ben tre volte - nel 1973, 1975 e 1976 - fece parte del Mondiale Rally. A farlo rivivere saranno Surinder Thatthi, promotore dell'East African Safari Rally e Paul Eric Jarry, imprenditore e rallista francese residente in Marocco. La gara si articolerà su sette giorni, dal 9 al 16 ottobre, lungo un percorso circolare di 3000 chilometri, 1700 dei quali di prove speciali prevalentemente su sterrati, con partenza e arrivo a Marrakech.

Non sono previste prove notturne e le ricognizioni saranno vietate. Sono ammesse auto (a due ruote motrici) ante 1975. Tra i partecipanti illustri hanno già annunciato la loro presenza Michèle Mouton e Bruno Saby, vincitore della Parigi-Dakar 1993 e campione del mondo Rally Raids 2005. I partecipanti potranno affittare le vetture che hanno fatto la storia del rally - Citroën "DS 21" e "SM", Alpine "A110", Porsche "356", Opel "Manta 400"- con assistenza inclusa.

Memorabili soprattutto le performance delle francesi, con Citroën "DS 21" (2 vittorie), Peugeot "504" (2), Simca "Aronde" (3); le italiane si aggiudicarono solo due edizioni: nel '51, e nel '72. www.rallyeinternationaldumaroc.com

Condividi
COMMENTI