News
01 giugno 2010 | di Redazione Ruoteclassiche

SIM-SALA-BIM, ECCO LA “GTO”!

Non gli bastava avere in garage una semplice Ferrari "330 GT" (valore 75.000 euro), voleva di più. Un professionista di Cosenza non ha esitato quindi a contraffarne i connotati per renderla molto simile ad una rarissima "250 GTO", con una quotazione cento volte maggiore. La vettura falsa è stata sequestrata dal nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Catanzaro.

A svelare la contraffazione è stata una perizia redatta dagli stessi tecnici della Ferrari, che hanno confermato che il motore e diverse parti della carrozzeria non erano quelli originali della ben più pregiata "250 GTO", prodotta dal 1962 al 1964 in soli 39 esemplari, uno dei quali è stato acquistato nel 2008 da un collezionista inglese per l'equivalente di circa 20 milioni di dollari.

Condividi
COMMENTI