Auto
01 luglio 2005 | di Redazione Ruoteclassiche

SORRIDI SEI A 300 ALL’ORA

Il fotografo coglie il tachimetro e il contagiri nel momento in cui le lancette sono la massimo. Non siamo in pista, ma su un'autostrada tedesca. Pericoloso? Non con questa macchina, a patto che al volante ci sia un pilota. Cinquanta esemplari costruiti. Ognuno costa 675.000 euro; 1.200.000 in versione corsa.

Quando al Salone di Ginevra ho incontrato Karl Foitek, ex campione nazionale svizzero delle categorie Sport e Corse, questi mi ha sussurrato: "Ho comprato una macchina che è la fine del mondo: una delle 50 'MC 12' costruite dalla Maserati. Vieni con me a provarla: Lago di Costanza, Monaco di Baviera, prendiamo un’autostrada senza limiti di velocità e la lanciamo al massimo". "Massimo quanto?" faccio io. "Quello che dichiara la Casa: 330 all'ora".

Autore di questo prodigio è Giorgio Ascanelli, un ingegnere proveniente dalla formula 1 che prende come base del progetto il motore V12 e la scocca in carbonio della Ferrari "Enzo". Karl Foitek è un pilota bravissimo e "suona" il motore col gas e col "Cambiocorsa" a sei marce, che comanda azionando con le dita due levette a farfalla sul volante. Passaggi pedonali, semafori, marcia in colonna: nessun problema, a parte le curve: con una macchina larga 210 cm senza specchietti e lunga 514, vanno prese molto larghe. Il dodici cilindri ha un'elasticità sorprendente: in sesta si va a 50 all'ora con motore a 800 giri senza strappi. Se poi si accelera, il motore riprende con assoluta regolarità.

Finalmente l'autostrada, nessun limite di velocità. L'accelerazione è impressionante non tanto nello scatto da 0 a 100 (3,8 secondi), quanto perché in altri sei secondi tocchi i 200 all'ora. Comprendiamo adesso l'importanza dell'alettone posteriore, che stabilizza la vettura comprimendola al suolo. I freni Brembo a sei cilindretti hanno una potenza direttamente proporzionata al motore: un colpo deciso sui pedali e i quattro "gommoni" Pirelli sembrano artigliare l'asfalto come un uccello rapace.

Motore Centrale longitudinale, 12 cilindri a V di 65° - Cilindrata 5998 cm³ - Alesaggio 92 mm - Corsa 75,2 mm - 4 alberi a camme in testa azionati da ingranaggi, 4 valvole per cilindro - Potenza 630 CV DIN a 7500 giri/min - Rapporto di compressione 11,2:1 - Coppia 66,5 kgm a 5500 giri/min - Alimentazione a iniezione Bosch, acceleratore elettronico - Lubrificazione a carter secco.
Trasmissione Trazione posteriore - Cambio "Cambiocorsa" a 6 rapporti a controllo elettroidraulico, comando al volante - Frizione a secco a comando idraulico.
Corpo vettura Monoscocca in carbonio e Nomex con sottotelai in alluminio - Sospensione anteriore e posteriore a doppio trapezio con schema push-rod, molle e ammortizzatori coassiali - 4 freni a disco Brembo ventilati, ABS, correttore di frenata.
Dimensioni e peso Passo 2800 mm - Carreggiata anteriore 1660 mm - Carreggiata posteriore 1650 mm - Lunghezza 5143 mm - Larghezza 2096 mm - Altezza 1205 mm - Peso a vuoto 1335 kg.
Prestazioni Velocità oltre 330 km/h - Accelerazione: 0-100 km/h 3,8 s, 0-200 km/h 9,9 s, 0-400 m 11,3 s, 0-1000 m 20,1 s.

TAGS maserati
Condividi
COMMENTI