Eventi / News
06 dicembre 2011 | di Redazione Ruoteclassiche

SPORT E PROTOTIPI AL MUSEO MILLE MIGLIA

Una mostra temporanea che propone alcune delle vetture da competizione più celebri, dagli anni 50 ai primi 80: Sport e Prototipi al Museo Mille Miglia sarà aperta fino al 9 gennaio nelle sale del museo bresciano allestito nel monastero di S. Eufemia, alle porte della città, tutti i giorni dalle 10 alle 18. Offrirà ai visitatori un'occasione unica per ammirare esemplari che solo raramente sono visibili in circuito.

A portarli a Brescia è stato Bruno Ferrari, che ha convinto alcuni degli amici che solitamente sfida in pista a prestare alcune loro vetture al museo dedicato alla Freccia Rossa. Altre macchine dal pedigree straordinario provengono da diversi musei, come quello di Stoccarda della Mercedes-Benz, quello Alfa Romeo di Arese e dalla Collezione Panini di Modena. Al piano superiore dell'esposizione si trovano le Sport, tra le quali la Mercedes-Benz "300 SLR" che vinse la Mille Miglia del 1955, due Maserati (la "150 S" e la "Birdcage") e quattro Ferrari, la "195 S", la "857 S", la "500 TR" e la "750 Monza".

Al piano terra, nella sala attigua a quella che ospita il Beatles Museum, dedicato ai fab-four di Liverpool, sono stati esposti i Prototipi, molti dei quali protagonisti delle gare di durata. A fianco di due magnifiche Alfa Romeo - una "33/2 Daytona" a 8 cilindri e una "33 TT" 12 cilindri da 3000 cm3 - ci sono un'Abarth "2000", un'ATS con motore Ford- Cosworth, una Lola-BMW"298 M12", una poderosa McLaren "M8 E/F", con il suo motore Chevrolet V8 "big block" da 8,3 litri e 875 CV, e un'Osella "PA 5/7".

Da segnalare, tra le più recenti, alcuni "mostri di potenza", come una March "84G" del 1983 - con motore Buick 6 cilindri "3400" sovralimentato, da oltre 1000 CV - e una Rondeau "M382", "6000" da 640 CV, che nella sua breve vita agonistica ha corso solo due gare, a Daytona nel 1982 e a Le Mans nel 1983.

Condividi
COMMENTI