Auto
27 ottobre 2009 | di Redazione Ruoteclassiche

SPUMEGGIANTI COME LO CHAMPAGNE

Ruoteclassiche ha portato in pista a Vairano (PV) quattro "Gordini" provenienti dal Museo Renault: GT entrate nella leggenda, capaci oggi di vincere una gara e domani di portarti in ufficio. E le ha affidate a Michel Leclère, ex pilota di Formula 1.

"Dauphine R 1095": le prestazioni erano così deludenti che la nuova utilitaria della Renault rischiava di fare fiasco. L'intervento del "mago" italo-francese salvò la situazione. Quaranta cavalli, quasi 130 km/h.

"R8 R Coupe": è la "Gord" per eccellenza, che si è guadagnata il nomignolo "Coupe" per le vittorie nei rally e per la serie di gare della Coppa. Con il motore "1300" fa più di 175 km/h.

"R8 Gordini R 1135": etichettata fin dal suo debutto al Salone di Parigi del 1964 come macchina per i giovani, ebbe un consenso strepitoso. Era stata progettata per correre il "rally quotidiano".

"R12 R 1173": non le hanno mai perdonato la trazione anteriore. Più potente, più veloce e, soprattutto, più facile da guidare, non ha mai preso il posto della "R8" nel cuore degli appassionati. Tocca i 185 km/h.

Condividi
COMMENTI