Aste

Aste
10 luglio 2018

Goodwood, all'asta i caschi dei campioni

Tra i 388 lotti che Bonhams metterà all’asta il prossimo 13 luglio a Goodwood in occasione del Goodwood Festival of Speed 2018 sono molti quelli che farebbero venire l’acquolina in bocca agli appassionati, lotti di auto soprattutto. Tra essi però ce ne sono tre che, diversamente dai lotti con cifre con molti zeri che caratterizzano il mercato delle auto, possono invece diventare propri con una spesa più accessibile. Anche se non proprio a buon mercato. Effetto Ayrton. Si tratta di tre caschi da corsa utilizzati da tre piloti che hanno fatto la storia delle competizioni automobilistiche. Tre cimeli da mostrare agli amici in casa oppure da utilizzare nelle gare storiche. Il più quotato è il casco di Ayrton Senna, indossato durante i test sul circuito Paul Ricard il 2 marzo 1994, pochi mesi prima del Gran Premio di San Marino in cui perse la vita. Bonhams lo stima tra i 68.000 e i 90.000 euro. Il casco della Bell riporta...
Gilberto Milano
Aste
21 giugno 2018

RM Sotheby's, all'incanto l'auto di un Santo

Dopo la vendita della Lamborghini Huracan di papa Francesco RM Sotheby’s si ributta sulle auto dei papi proponendo la Ford Escort di Papa Giovanni Paolo II Dimenticate la Lamborghini Huracan di Papa Francesco venduta lo scorso 12 maggio a Montecarlo per 810.000 euro, oltretutto mai guidata dal Santo Padre: si è trattato di una iniziativa di beneficienza promossa dalla Lamborghini e sostenuta dal Papa. Iniziativa conclusa con grande successo mediatico (ne hanno parlato i giornali e i siti di tutto il mondo) ed economico, che ha portato a raccogliere una cifra consistente andata ben oltre ogni più rosea aspettativa. La Ford del papa. Quella che invece RM Sotheby’s si appresta a vendere il prossimo 30 agosto ad Auburn Fall, nell’Indiana (Usa) è sempre un’auto papale, ma questa volta è davvero appartenuta ed è stata guidata da uno dei papi più amati della storia della chiesa: Giovanni Paolo II. Già è raro aver la possibilità di poter acquistare vetture guidate da...
Gilberto Milano
Aste
21 giugno 2018

Ferrari GTO, profumo di record all'asta RM Sotheby's di Monterey

Un altro colpaccio di RM Sotheby’s nella vendita di Monterey: all’incanto una delle 36 auto più preziose della storia. Ogni giorno una novità che faccia clamore: sono le tecniche di marketing applicate alle aste. Non si fa in tempo ad annunciare la vendita di un modello rarissimo che il giorno dopo se ne aggiunge uno nuovo ancora più prezioso. Con quella di oggi però la vetta del prestigio è stata raggiunta: cosa può esserci di più raro e prezioso di una Ferrari GTO? Terza di trentasei. Ebbene, uno dei 36 esemplari della più ambita auto da collezione esistente sarà messo in vendita nell’asta di RM Sotheby’s in programma a Monterey il 24-25 agosto prossimi in concomitanza con il Concorso di Eleganza di Pebble Beach. Si tratta della vettura telaio n. 3413GT, la terza dei 36 esemplari costruiti, nata come Serie I e utilizzata come auto di prova da Phil Hill per la Targa Florio del 1962. Pedigree e palmarès da...
Gilberto Milano
Aste
20 giugno 2018

RM Sotheby's, all'incanto di Monterey una Ford molto speciale

Va all’incanto in agosto a Monterey una delle leggende dello sport automobilistico degli anni sessanta: la terza assoluta delle GT40 che sbancarono Le Mans nel 1966. Questione di palmarès. A due mesi dalla vendita la casa d’aste RM Sotheby’s ha calato l’asso nella manica dell’incanto in programma a Monterey il 24 e il 25 agosto: a far tremare i polsi al battitore sarà la Ford GT40 MKII del 1966 telaio P/1016, ovvero la terza classificata delle GT40 giunte al traguardo in parata alla 24 Ore di Le Mans di quell’anno. Scontro tra titani. La storia è nota: si trattò di una vittoria entrata nel mito delle gare sportive di durata per lo strapotere tecnico dimostrato dalla Ford che, grazie a queste vetture, si aggiudicò per la prima volta la vittoria nella prestigiosa gara francese. Ma che rappresentò anche la vendetta di Henry Ford II su Enzo Ferrari dopo il rifiuto di quest’ultimo di vendere il 90% della Casa di Maranello...
Gilberto Milano
Aste
14 giugno 2018

All'asta quattro carri funebri da collezione

Il 23 giugno, in Olanda, Bonhams metterà all’asta un intero museo di mezzi Ford. Tra essi anche quattro rari carri funebri L’ultimo raduno italiano dedicato a loro si è ten,uto nel 2014 nel piacentino, organizzato dal CPAE (Club Piacentino Automobili d’Epoca) uno dei più importanti sodalizi di appassionati di auto d’epoca nazionali. Organizzare meeting a per carri funebri non è facile: il tema è molto delicato e si offre ad atteggiamenti goliardici, anche se non dovrebbe quando si è spinti dalla passione per i mezzi storici. Al punto di ritrovo nel parcheggio del cimitero di Fiorenzuola sono accorsi in sette. Pochini per la verità. Le occasioni per esibirle, infatti, non sono frequenti e questo non stimola il loro collezionismo. Un peccato, perché si tratta sempre di auto storiche e, in genere, di vetture di prestigio trasformate a mano da abili carrozzieri in pezzi unici. Auto rare quindi che meriterebbero più attenzione. Un’occasione d’oro per mettersi in garage un esemplare raro...
Gilberto Milano
Aste
29 maggio 2018

Gli occhi del mercato su Firenze

Si chiude oggi con l’asta fiorentina di Pandolfini il trittico di vendite all’incanto made in Italy. Ecco una carrellata sulle proposte più interessanti in catalogo. Occhi puntati nel tardo pomeriggio su Villa La Massa di Firenze per i collezionisti di auto storiche in cerca di occasioni. È lì che Pandolfini alle 17.30 terrà la sua vendita, la terza asta di auto storiche in tre settimane organizzata da una Casa italiana. Un record assoluto per il mercato nazionale: non è mai capitato infatti che tre Case d’asta italiane si siano impegnate in altrettante vendite a distanza di così poco tempo una dall’altra. Ma mentre Finarte a Brescia ha puntato sulle auto candidabili alla partecipazione a una delle prossime edizioni della Mille Miglia, e Bolaffi ad Arese ha giocato su un catalogo di auto di valore medio alto del mercato, Pandolfini a Firenze ha scelto la via delle proposte accessibili a un più vasto numero di appassionati. Pezzo forte della giornata sarà...
Redazione Ruoteclassiche
Aste
25 maggio 2018

Corrado Lopresto si aggiudica i disegni dell'archivio Bertone

Mentre controlla con occhio paterno la Scat 25/30HP del 1913, salendo sul rimorchio che la conduce a Villa d’Este, Corrado Lopresto “riconosce” un altro figlio. È il lotto “numero 28” della sensazionale asta Bolaffi (e le polemiche continuano a friggere) tenuta ieri ad Arese: contiene l’insieme dei disegni dell’archivio Bertone, battuti in lotto unico dopo la notifica dei Beni Culturali. È lui è il fortunato acquirente (per 62.000 euro) di un patrimonio che va ad aggiungersi alla collezione di prototipi, mirabili vetture e altre raccolte di progetti e documenti storici. Tra questi i disegni di Tom Tjaarda, l’archivio del Conte Trossi e quello della Isotta Fraschini. “La collezione Bertone è di grande interesse – spiega Lopresto – e mi è sembrato naturale concorrere perché restasse di proprietà italiana (è comunque sottoposta a notifica di territorialità da Ministero, ndr). Ma soprattutto, in mani esperte.  Questo genere di documenti – spiega ancora -  oltre ad essere affascinanti per tutti gli appassionati, è da sempre...
Redazione Ruoteclassiche
Aste
25 maggio 2018

Beni culturali e auto storiche: il commento di Filippo Bolaffi

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un commento dell'amministratore delegato della casa d’aste torinese in merito all’intervento della Sovrintendenza dei Beni Culturali di Milano nella vendita di Arese dello scorso mercoledì L’intervento della Sovrintendenza dei Beni Culturali in seno all’asta di Bolaffi del 23 maggio ad Arese ha sollevato grandi perplessità tra i collezionisti e avviato un dibattito sull’opportunità o meno dell’uso dei provvedimenti di notifica nel campo delle aste di auto storiche. Ruoteclassiche se ne sta occupando approfonditamente e quanto prima tornerà sull’argomento. Nel frattempo riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento di Filippo Bolaffi, amministratore delegato della Casa d’aste di famiglia, che proprio mercoledì scorso si è visto comunicare ben sette procedimenti di notifica bloccando di fatto la vendita di sette importanti auto e provocando un danno che secondo lui è stato di 1,5 milioni di euro. Un intervento di parte a cui cercheremo di far seguire anche quelli di coloro che sostengono posizioni diverse. Lo spazio dei commenti a fondo...
Redazione Ruoteclassiche
Aste
23 maggio 2018

Asta Bolaffi: lo sgambetto delle Belle Arti

Il Ministero dei Beni Culturali entra a gamba tesa nell’asta di Bolaffi e condiziona in modo pesante la prima vendita di auto e moto storiche della Casa torinese. Farà così anche nelle prossime aste nazionali? “Signore e signori stiamo scrivendola storia. Nel bene e nel male”. Ha esordito così il battitore della Bolaffi prima di dare il via all’asta di auto e moto d’epoca tenutasi sulla ex pista Alfa Romeo di Arese nel pomeriggio di oggi, 23 maggio. Una frase il cui significato è stato chiaro dopo una ventina di minuti, quando, terminata la vendita delle moto si è passati ai lotti dei disegni provenienti dall’archivio della Stile Bertone, società del Gruppo Bertone fallita da anni. Solo allora si è capito che tanta solennità non era dovuta solo allo storico debutto Bolaffi nel campo delle auto e moto da collezione ma, soprattutto, al fatto che la Sovrintendenza alle Belle Arti del Piemonte era intervenuta pochi minuti prima dell’inizio dell’asta per...
Redazione Ruoteclassiche
Aste
16 maggio 2018

Che follie a Montecarlo

Prezzi tendenti al basso e molti lotti invenduti, ma nella due giorni di vendite organizzate lo scorso week end da Bonhams e RM Sotheby’s nel principato di Monaco ci sono state anche autentiche follie. Ecco le più clamorose Si sono dati battaglia per un buon quarto d’ora a suon di rilanci di decine di migliaia di euro: uno al telefono, l’altro in sala. Entrambi la volevano a tutti i costi, a qualsiasi prezzo. Alla fine l’ha spuntata il misterioso acquirente al telefono. Che ha sborsato 715.000 euro per una Lamborghini Huracan RWD molto speciale, personalizzata secondo le specifiche del programma Ad Personam di Lamborghini nei colori del Vaticano, ma pur sempre la più “economica” tra le Huracan. A fare la differenza e a scatenare una irrefrenabile voglia di possesso è stata la firma di Papa Francesco sul cofano. L’auto era infatti stata donata dalla Casa di Sant’Agata Bolognese al Santo Padre lo scorso novembre con l’intento di venderla e devolvere...
Redazione Ruoteclassiche
Carica altri articoli