TANTO FUMO E POCA VELOCITÀ - Ruoteclassiche
Cerca
News
30/09/2009 | di Redazione Ruoteclassiche
TANTO FUMO E POCA VELOCITÀ
Alla faccia del progresso! Ci sono voluti la bellezza di 103 anni per battere – di soli 21 km/h orari – il record di velocità per un’auto a vapore. Il 24 agosto di quest’anno il primato è stato portato a 225,06 km/h. Artefice della singolare impresa dal gusto un po’ retrò è stato un miliardario […]
30/09/2009 | di Redazione Ruoteclassiche

Alla faccia del progresso! Ci sono voluti la bellezza di 103 anni per battere - di soli 21 km/h orari - il record di velocità per un'auto a vapore. Il 24 agosto di quest'anno il primato è stato portato a 225,06 km/h.

Artefice della singolare impresa dal gusto un po' retrò è stato un miliardario inglese, Charles Burnett II, che si è messo ai comandi di un missile di tre tonnellate, lungo oltre 7,6 metri, con 12 boiler in grado di scaldare 832 litri d'acqua in 25 minuti fino a oltre 350 gradi. Sulla pista della base militare di Edwards, nel deserto della California, la sua "Steam Car" ha raggiunto una velocità di punta di 243 km/h, niente di trascendentale per una sportiva di oggi, ma un vero e proprio miracolo tecnologico per una vettura alimentata a vapore.

Prova ne è che il primato precedente porta la data del 1906, quando l'americano Fred Marriott, con la sua "Stanley Steamer" raggiunse la straordinaria velocità (questa sì, per l'epoca) di 204 km/h.

COMMENTI
In edicola
Segui la passione
Maggio 2024
In copertina sul numero di maggio di Ruoteclassiche un Maggiolino Cabriolet molto particolare. Si tratta di una rarissima versione dotata del kit Okrasa, che la rende davvero molto vivace. Poi il ricordo di Ayrton Senna a 30 anni dalla scomparsa, la Mercedes 190 E 2.3-16, l'Alfa Romeo 6C 2500 Sport carrozzata Turinga, l'intervista al collaudatore delle Lamborghini Valentino Balboni e il Test a test fra due affascinanti coupé come la BMW 3.0 CSL e la Jaguar XJC 4.2
Scopri di più >