Regolarità
07 ottobre 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Targa Florio 2018: Moceri-Dicembre, che “cursa”!

Il top driver siciliano Giovanni Moceri, in coppia sulla sua Fiat 508 C con la moglie Valeria Dicembre, si aggiudica l'edizione 2018 della Targa Florio.

Tre "Balilla 1100" sul podio. Dopo quasi 700 chilometri, 105 prove cronometrate e 8 prove di media (con 26 rilevamenti), la "Balilla 1100" di Giovanni Moceri e Valeria Dicembre ha tagliato per prima il traguardo della Targa Florio numero 102. Sul secondo gradino del podio gli affiatatissimi padre e figlio Francesco e Giuseppe Di Pietra, sempre su Fiat 508 C. Piazza d'onore a una terza "1100", la Fiat 508 C dell'equipaggio Passanante-Bottini, in gara coi colori di Ruoteclassiche.

Coppa delle Dame. Prisca Taruffi - figlia di Piero Taruffi che vinse la Targa Florio nel 1920 e nel 1922 - conquista in coppia con Mariella Tomasello, al volante dellaGiulietta Spider numero 133, laCoppa delle Dame, quest’anno titolato a Maria Antonietta Avanzo, straordinaria donna pilota che partecipò alla Targa Florio del 1920 e del 1922 e che lasciò un segno nella storia dell’automobilismo e dell’Italia dell’epoca.

Scorpioni protagonisti. La Classifica Prove di Media, titolata a Ugo Sivocci, vincitore della Targa Florio del 1923 e padre del simbolo del Quadrifoglio, vede vincitoriAndrea Luigi Belometti e Doriano Vavassori.La Abarth 2400 Coupé diGiolito-Gentile, la Autobianchi A112 Abarth 58 HP di Mirabile-Caruana e la Fiat 500 Abarth 595 diTondelli-Paternostro terminano la gara rispettivamente in trentaduesima, cinquatunesima e quarantanovesima posizione. Un buon risultato per le vetture dello Scorpione - quest'anno main partner della corsa - appartenenti alla collezione di FCA Heritage.

Condividi
COMMENTI