News
22 marzo 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

[Lo scaffale] Arriva in libreria un romanzo sull’ultima corsa di Tazio Nuvolari

La storia prende il via a partire da due amici, con rispettive collezioni di memorabilia legate alla Mille Miglia di velocità. Uno di loro si innamora anche di una donna di origini russe alla quale alcuni parenti lasciano ulteriori cimeli della Freccia Rossa. Peccato però che, anziché incassare l'eredità, madame ci lasci la pelle, e non solo lei. Succede in “1049”, romanzo fresco di stampa sullo sfondo della Mille Miglia del 1948, che arriva in questi giorni in libreria in tutta Italia (ed. Epika). Tutto - comprese le indagini investigative - ruota attorno al numero del titolo, che è quello con cui Tazio Nuvolari ha partecipato all'edizione della corsa. E, come nella migliore delle tradizioni del giallo, proprio quando il lettore è certo di aver trovato la soluzione, un colpo di scena rivela il vero assassino. Un elemento caratteristico, questo, della scrittura di Eugenio Pattacini, classe 1960, bancario di professione e con all'attivo diverse opere narrative.

Il libro, con prefazione del curatore del Museo Tazio Nuvolari di Mantova, Lorenzo Montagner, contiene anche una parte di approfondimento di oltre cento pagine sulla carriera e sulla vita di “Nivola”.Ho enfatizzato alcuni fatti e aspetti fondamentali legati al grande driver partendo da dati reali”, spiega l'autore della sezione Alessandro Zelioli, che da anni porta avanti un suo personale lavoro di ricerca alimentato da una sconfinata passione per tutto quello che riguarda “il mantovano volante”. L'obiettivo? “Mantenere vivo il mito del pilota più amato di tutti i tempi, sul quale non si è detto ancora tutto”, prosegue. Emiliano, 50enne, Zelioli è impiegato e giornalista free lance. Collabora con la “Gazzetta di Reggio” e presenta eventi di motorismo d’epoca, passaggio della Mille Miglia a Reggio Emilia incluso.

Dall’intervista che Carolina Nuvolari ha rilasciato nel 1963 a “La Domenica del Corriere” fino alla ricorrenza del numero 13, passando per la Garelli di “Nivola” del 1923 nel Circuito di Parma, l'appendice non ha proposito scientifico ma è una lettura scorrevole, divulgativa. A cominciare da un primo capitolo con un Tazio semicosciente e stremato che racconta se stesso nella canonica dove viene soccorso durante la Mille Miglia del '48. Fra l'altro, “la siringa con cui gli è stata fatta l'iniezione di canfora è stata conservata”. Spiega Zelioli: “La figlia della signora che fece all'epoca da infermiera l'ha consegnata al Museo di Mantova”.

Nel volume, 416 pagine in tutto, se ne trova addirittura una foto, pubblicata a fianco di diverse altre del periodo, fra cui alcune inedite. Prezzo: 19,90 euro (ebook: 10,99 euro). Per informazioni: 1049tn@libero.it

Laura Ferriccioli

Condividi
COMMENTI