Regolarità
13 June 2019 | di Himara Bottini

Trofeo Valli Bresciane, le iscrizioni sono ancora aperte

Avete ancora qualche giorno di tempo per iscrivervi al Trofeo Valli Breciane, gara di regolarità per auto storiche che prenderà il via dal Museo Mille Miglia di Brescia sabato 22 giugno

Dalla location esclusiva del museo bresciano ai ricchi premi messi in palio, il giovanissimo ma ormai accreditato Trofeo Valli Bresciane ha organizzato anche per quest’anno una gara intensa con 65 prove cronometrate su un percorso di circa 200 chilometri, mai ripetute e su strada, adatte anche alle numerose anteguerra che fin dalla prima edizione hanno dato fiducia alla scuderia Emmebi 70 di Lumezzane.

Prosegue il Criterium Bresciano Regolarità 2019. Giunto alla V° edizione, il “Trofeo Valli Bresciane - Memorial Cirillo Gnutti” è organizzato anche quest’anno dalla scuderia Emmebi 70 di Lumezzane, la quale oltre ad accettare le vetture costruite entro il 1971, si divertirà a selezionarne altre del periodo successivo che siano di particolare interesse storico e sportivo. Gara di regolarità a calendario ACI Sport, il Trofeo Valli Bresciane è anche il V° appuntamento valevole per il Criterium Bresciano Regolarità 2019 (cui seguiranno il Città di Lumezzane l’8 settembre e il Circuito del Garda il 5 ottobre).

65 rilevamenti + 5. Il Trofeo Valli Bresciane animerà il Museo Mille Miglia di Brescia già dalla giornata di venerdì 21 giugno, quando i concorrenti potranno svolgere le verifiche tecniche e sportive in previsione della gara vera e propria che prenderà il via, dalla stessa affascinante location, sabato 22 giugno alle 10.00. Le prove cronometrate con le quali si dovranno cimentare i regolaristi saranno 65, cui si aggiungono 5 rilevamenti esclusivi per il “Trofeo Porsche”, accuratamente studiate lungo un percorso di circa 200 km attraverso le valli del bresciano, Valtenesi, Valtrompia e Val Sabbia.

Cosa c'è in palio (oltre alla gloria). L’esperienza e la passione investite dalla scuderia di Lumezzane promettono una gara frizzante e molto tecnica, che darà parecchio lavoro da svolgere anche al navigatore. Senza nulla togliere all’ospitalità e ai numerosi premi messi in palio che ogni anno fanno gola a tutti. Dai preziosi orologi offerti dalla nota casa svizzera Paul Picot in collaborazione con Calvagna Gioielli di Lumezzane, agli altrettanto preziosi oggetti d’arredo dell’azienda veneta Argenesi, fino ai riconoscimenti assegnati dagli sponsor tecnici.

Condividi
COMMENTI