News
02 August 2020 | di Laura Ferriccioli

TurboLento: l’Italia in Renault 4

Più che una vacanza, un viaggio in auto storica a fin di bene: è TurboLento in R4, l'avventura di due ragazzi lungo la Penisola in favore della città di Bergamo.

Prima ci sono state le vacanze in Albania, poi in Grecia due anni fa. Ora Sebastian Carozza e Yasmine Khelifi, due fidanzati di Bergamo, sono pronti per un nuovo viaggio-avventura. Stavolta esploreranno lo Stivale, girandolo in lungo e in largo dall'8 agosto, come sempre a bordo della Renault 4 di Sebastian. L'intento, però, non è solo di svago ma ha anche uno scopo di beneficenza. “Vogliamo aiutare la nostra città”, spiega il 26enne. “Gireremo l'Italia in varie tappe in favore del banco di mutuo soccorso istituito dal Comune. È un fondo destinato ai familiari delle vittime e alle imprese in difficoltà”. Coetanei, operaio metalmeccanico lui ed educatrice lei, hanno avuto l'idea di spendere le proprie ferie rendendosi utili alla collettività dopo la tragedia del Covid dei mesi scorsi, che ha inferto colpi durissimi al capoluogo orobico.

Bravi ragazzi. “Adesso la situazione è molto migliorata, ma c'è comunque da stare attenti”, prosegue. “E chi non ha vissuto in prima persona non può capire. Qui i flash-mob sui terrazzi non si facevano, chiunque ha avuto un parente o una persona conosciuta scomparsa a causa del virus”. Di fatto l'obiettivo dell'iniziativa, patrocinata dal Comune di Bergamo, è anche di sensibilizzare il resto del Paese su quanto è successo. “Non raccoglieremo soldi in prima persona, in pratica pubblicizzeremo l'Iban attraverso il quale si possono fare i versamenti”, precisa l'appassionato di R4, che usa la sua 950 anche come auto quotidiana. “Il mio tran-tran di tutti i giorni è alquanto monotono, perciò non volevo un'auto grigio metallizzato ma qualcosa che mi desse un'emozione, una sferzata d'energia”, racconta. E a quanto pare alla simpatica “Quatrelle”, come viene chiamata affettuosamente nella sua terra d'origine, è rimasto legato: dopo una prima bianca, questa rossa di ora è il suo unico mezzo di locomozione da quattro anni.

Icona delle utilitarie. Intelligente, volutamente spartana e pratica come poche, la Renault 4 è un'auto capace di rimettere in moto nei più il motore dei ricordi. Venduta non solo in Europa ma anche in altre aree del mondo, è una delle Renault più diffuse e amate in assoluto. La meccanica, come il resto, è basic, con propulsore a 4 cilindri in linea e cambio – a manico di ombrello – a quattro marce. La versione da 950cc era già avanzata, dopo è stata prodotta soltanto con cilindrata 1100. Ultraleggera e ben alzata da terra, con il cofano che si apre sul davanti e il grande portellone posteriore, ben comodi da utilizzare. La capacità di carico nel portabagagli poi era enorme, e ulteriore spazio si poteva creare ribaltando i sedili posteriori. Per trasportare attrezzi di lavoro e merci era perfetta. Ed era anche molto ben “camperizzabile”, cosa che hanno fatto in un certo senso i due piccioncini bergamaschi aggiungendo dei pannelli esterni. Non solo: “Dormiremo direttamente sul tettuccio, con una tenda”, spiega Sebastian.

Partenza con altre “colleghe”. Lo start di questo giro avventuroso in 13 tappe fino al 28 agosto, che si chiama TurboLento in R4, sarà davanti al Municipio di Bergamo, da dove i ragazzi prenderanno il via sabato 8 alle 11,30 scortati da altre Renault 4. Nei luoghi dove si fermeranno, incontreranno altri appassionati del modello, ma non solo. “Le tappe sono aperte a tutti e a tutti i modelli storici”, precisa l'organizzatore, che è iscritto al Registro Renault 4. “Chi vuole seguirci può farlo dalla nostra pagina Facebook, e dato che non conosciamo le città dove andremo, speriamo di ricevere consigli sui luoghi precisi dove possiamo fermarci”, conclude. Il raduno più grande per ora è previsto a Castagneto Carducci, in Toscana, ma si è ancora in tempo per organizzarne altri. Ecco le tappe:

Sabato 8 - Levanto

Lunedì 10 - Castagneto Carducci

Giovedì 13 - Civita di Bagnoregio

Venerdì 14 - Paestum

Domenica 16 - Tropea

Martedì 18 - Matera

Mercoledì 19 - Polignano a Mare

Giovedì 20 - Termoli

Venerdì 21 - Montesilvano

Sabato 22 - Pesaro

Lunedì 24 - Perugia

Mercoledì 26 - Rimini

Venerdì 28 - Peschiera del Garda

Per rimanere aggiornati potete seguire la pagina Facebook:

Per versare il proprio contributo di solidarietà al Banco del mutuo soccorso di Bergamo: IT47R0311111101000000065901 (conto intestato a Comune di Bergamo, Fondo di Mutuo Soccorso della città di Bergamo)

Condividi
COMMENTI