Eventi
21 November 2019 | di Andrea Zaliani

Tutto pronto per Milano AutoClassica 2019

Ci siamo: ancora qualche ora e poi andrà in scena la nona edizione di Milano AutoClassica. L’ormai collaudata manifestazione meneghina si presenta più ricca che mai, con numerose icone dell’automobilismo d’epoca affiancate alle proposte più attuali

La scrupolosa selezione di auto classiche, inclusi modelli particolarmente originali e rari, attraversa oltre un secolo di storia dell’automobilismo, riunendo esperti, collezionisti, e appassionati di motori di tutte le età. Oltre alla ricca offerta dei commercianti, aumenta inoltre il numero dei privati che propone modelli di ogni genere. A tal proposito, la trattativa tra privati avverrà al coperto, in un esclusivo spazio dedicato. Non mancherà neppure un’area dedicata all’esposizione di ricambi, con circa 200 aziende selezionate. Il padiglione 22 vanterà infatti una vasta scelta di ricambi e accessori d’epoca, affiancati da modellini di auto, manualistica, pubblicazioni ed editoria specializzata. Il tutto in abbinamento a una serie di eventi di prim’ordine, che caratterizzeranno i tre giorni della kermesse.

Asta Wannenes. Una delle principali novità di Milano AutoClassica 2019 sarà l’asta organizzata dalla Wannenes, che batterà una sofisticata selezione di auto e motociclette storiche e da collezione, per un totale di circa 40 lotti. La varietà di modelli coinvolti attraversa oltre un secolo di storia: si va da un’originale Ceirano junior, del 1903, fino a toccare i giorni nostri. In mezzo tanti modelli dal grande appeal come un’Abarth A112 5° Serie, un’Abarth 695 Innesti Frontali, un’Alfa Romeo duetto spider, un’Alfa Romeo SZ Zagato e una BMW M3 E30. Altrettanto degne di nota, una Ferrari 308 GTS Carburatori Carter Secco, una Jaguar XK120 OTS, una Maserati Grand Sport e una Porsche 993 Turbo. L’Asta Wannenes si terrà sabato 23 novembre, alle 15.

Ci sarà anche Retroclassic. Tra i migliori interpreti internazionali del "ruolo" saranno proprio gli organizzatori del salone di Stoccarda a presenziare alla fiera milanese, con un ampio stand che vedrà esposte le vetture più importanti del loro ricco parco espositori.

Lounge colorata. La kermesse, come da tradizione, offrirà inoltre una speciale vetrina dei modelli più iconici della storia dell’automobilismo: l’assortimento di quest’anno propone delle splendide Ferrari GT della Casa di Maranello, che fungono da cornice alla Lounge. La carrellata delle più belle GT, risalenti agli anni ‘50, ‘60 e ‘70 sono state tutte rigorosamente selezionate in livree non comuni, “vestite” di colori non convenzionali e arditi per l’epoca. Un parterre selezionato da Paolo Olivieri, Classic Car Advisor, a partire da una Ferrari 246 GTS verde smeraldo, fino ad una delle sole 10 Ferrari 275 GTC Competizione prodotte, in versione celeste. Regina del “gruppetto” la Ferrari 342 America, nel raro colore blu pavone, carrozzata da Pininfarina nel 1951 e appartenuta al Commendatore Enzo Ferrari.

Tre Ferrari d’eccezione. In occasione dei 90 anni della Scuderia Ferrari, i Musei Ferrari esporranno tre vetture davvero esclusive: la Ferrari 125 S del 1947, il primo modello a riportare il marchio Ferrari, prodotto in soli due esemplari; la Ferrari 250 GT Berlinetta “Passo Corto” disegnata da Pininfarina e presentata per la prima volta al Salone di Parigi del 1959; la F2002 con 15 vittorie su 17 Gran Premi disputati, 9 doppiette e 10 pole position all’attivo che valse il 5° titolo Piloti per Michael Schumacher.

Compleanni importanti. La Pagani festeggerà i 20 anni della Zonda, esponendo tre modelli unici. Zonda Roadster, l’evoluzione estrema della versione coupé, dal nuovo telaio sicuro e dalla maggiore resistenza torsionale in assenza del tetto. Zonda Cinque Roadster, una tra le più iconiche creazioni dell’Atelier modenese, prodotta in soli cinque esemplari. Zonda F, la supercar che rende omaggio al pilota cinque volte campione del mondo di Formula 1 Juan Manuel Fangio. In contemporanea, la Bentley celebrerà il suo centesimo anniversario. Sul proprio stand esporrà le Continental GT e Continental GT Cabriolet di terza generazione, entrambe spinte dal celebre W12 TSI biturbo di 6 litri della Casa, abbinato, per la prima volta, ad una trasmissione doppia frizione a otto rapporti.

I talk da non perdere. La manifestazione rappresenta inoltre il luogo ideale per una serie di appuntamenti, con vari professionisti del settore, mirati ad approfondire le novità e le problematiche che riguardano il mondo dell’heritage. A tal proposito, nell’apposita area dedicata agli incontri, sabato 23 (ore 11.00) il nostro direttore, David Giudici, coadiuvato dal vicedirettore, Carlo Di Giusto, parlerà del ritorno di AutoItaliana, un nuovo bookazine in occasione dei 100 anni dalla nascita e nel cinquantenario dell’ultima uscita in edicola. Domenica 24 (alle ore 12.30), invece, si terrà il dibattito “Milano e le storiche: ‘Euro 0’ da bandire o capolavori da ammirare in città?” a cui interverranno Geronimo La Russa (presidente Ac Milano) e Marco Galassi (presidente CMAE e consigliere Asi).

I raduni Ruoteclassiche e Youngtimer. E poi, a Milano AutoClassica non mancheremo neppure i nostri raduni. Per quest’anno abbiamo organizzato ben due appuntamenti, aperti alle vetture classiche e youngtimer, che si terranno nelle giornate di sabato 23 novembre e domenica 24 novembre. I meeting sono aperti a tutte le auto immatricolate sino al 2000. In entrambe le giornate verranno premiate le migliori auto, suddivise in tre categorie: “la più rara”, “quella che arriva da più lontano” e “la preferita dalla redazione”.

Condividi
COMMENTI