Auto
12 September 2005 | di Redazione Ruoteclassiche

UNA MAGGIORATA IN SOCIETÀ

Cinque metri e trenta di lunghezza, due tonnellate di peso, 5,4 litri di cilindrata: per sostenere i costi e condividerne il piacere, due amici di Parma l'hanno comprata "fifty-fifty". Solo 63.000 km e carrozzeria conservata. Equipaggiamenti e soluzioni tecniche dimostrano che, all'epoca, l'industria automobilistica americana era trent'anni più avanti.

Un industriale milanese aveva voluto esagerare e per i quarant'anni di sua moglie le aveva fatto trovare sotto casa una Packard "250 Convertible", mossa da otto cilindri in linea di 5358 cm³ ed equipaggiata con la trasmissione automatica "Ultramatic Drive". Era il 1951. La signora rimase impietrita: sarebbe mai riuscita a guidare quel transatlantico? E infatti la Packard ha percorso, da allora, solo 63.000 km. Quattro anni fa la decisione di venderla.

Anche gli appassionati parmigiani Gianfilippo Del Bono e Dario Soresina sono rimasti impietriti nel vederla, ma per altri motivi. Quell'auto per loro era uno schianto di bellezza e di abbondanza con una dotazione di optional da fare invidia a un'auto moderna: alzacristalli, capote e sedili a comando idraulico, cambio automatico, servosterzo, gomme da 15 pollici con la fascia bianca…Inoltre quello era stato il solo esemplare di "250" importato in Italia dagli Stati Uniti. I due, per sostenere la spesa dell'acquisto, decisero di mettersi in società; poi fecero lucidare la carrozzeria e rifare le cromature con una spesa di circa 300 euro. Ma dopo un po' furono necessari altri interventi: impianto elettrico (400 euro), ammortizzatori (600), circuito idraulico che aziona il movimento dei vetri (350).

Con il cambio in posizione H (High), la marcia normale, la macchina si muove silenziosamente e innesta il rapporto più lungo a poco più di trenta all'ora. Con questo si può accelerare fino alla massima velocità, 140-150 km/h. E al consumo massimo: quasi 30 litri di benzina per 100 km. Nessuna sorpresa. La gamma "250", articolata in soli due modelli (convertibile e hardtop coupé), pur appartenendo alla economica serie "200", era equipaggiata con l'assetato otto cilindri in linea di 5,4 litri della più lussuosa "300". Come ogni "americana", in curva si corica vistosamente, pur mantenendo la traiettoria senza problemi; i freni sono onesti. Ma ciò che rende questa vettura straordinaria è l'abbondanza di automatismi, che noi europei all'epoca neanche potevamo immaginare.

Motore Anteriore, 8 cilindri in linea - Cilindrata 5358 cm³ - Alesaggio 88,9 mm - Corsa 107,95 mm - Potenza 157 CV a 3600 giri/min - Rapporto di compressione 7,8:1 - Coppia 38 kgm a 2000 giri/min - Un carburatore doppio corpo invertito Carter WGD-928-S.
Trasmissione Trazione posteriore - Cambio automatico "Ultramatic" a due rapporti - Pneumatici 8.00-15.
Corpo vettura Convertibile 6 posti, 2 porte - Telaio a longheroni con crociera centrale - Sospensione anteriore a ruote indipendenti, molle elicoidali - Sospensione posteriore a ponte rigido, balestre longitudinali - Freni idraulici a tamburo.
Dimensioni e peso Passo 3100 mm - Lunghezza 5320 mm - Altezza 1590 mm - Peso a vuoto 1834 kg.
Prestazioni Velocità 160 km/h - Consumo medio 20 l/100 km.

Condividi
COMMENTI