News
02 luglio 2009 | di Redazione Ruoteclassiche

UN’ALFA SU TUTTE

Un'edizione indimenticabile, con ben 71 vetture al via, quella del decimo anniversario del Rally des Principesse, organizzato da Viviane Zaniroli fra Parigi e Cannes. Ben tre le vetture italiane fra le prime dieci: due Lancia, ma soprattutto l'Alfa Romeo "2000 GTV" (1973) delle francesi Nathalie Bourgitteau e Janie Julliet, che si è portata a casa l'ambita vittoria.

Nelle precedenti quattro edizioni le due "principesse" avevano occupato tutte le posizioni dalla seconda alla quinta, ma non erano mai riuscite a conquistare il gradino più alto del podio, obiettivo centrato quest'anno con una gara impeccabile. Alle loro spalle, nella classifica delle "storiche", Nicole Melse e Karen Campagne su Porsche "911" del 1967 e Carine Sicart, con Michelle Paques, su Lotus "Seven" del 1960.

Migliore degli equipaggi misti il binomio Raphaelle e Roland De Bargigli, padre e figlia, che avevano già trionfato nel 2008 e che quest'anno hanno fatto il bis a bordo di una splendida Porsche "911 S Targa" del 1972. Nella categoria "moderne" vittoria di Isabelle Guignard e Virginie Martin su "Lotus Elise SC" del 2008, mentre Miss Francia 2005, Cindy Fabre, che ha gareggiato con una Mazda "MX-5" (la Mazda festeggiava nell'ambito della corsa i 20 anni del modello), ha dovuto accontentarsi della terza piazza. Un applauso va senza dubbio alle tre Panhard "Junior" che sono riuscite, nonostante la loro cilindrata "mignon", a raggiungere la Croisette.

Infine l'unico equipaggio italiano al via, Margherita Rosciano e Valeria Valerio, su Mazda "MX-5" del 1990, è riuscito a chiudere – alla prima partecipazione - al 16° posto della categoria Vetture Moderne.

Condividi
COMMENTI