In edicola / News
27 July 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

Uno sguardo a Ruoteclassiche di agosto

È la prima volta nella storia di Ruoteclassiche: la rivista va in edicola non con una, ma con due copertine. E questo per non fare torti alle due festeggiate, nel loro sessantesimo compleanno - l'Alfa Romeo Giulietta Spider e la Lancia Aurelia B24 - protagoniste del nostro tour "Dolce vita d'Estate", che ha ci ha portati da Cambiano (TO), l'attuale quartier generale della Pininfarina, a Roma, sulle orme di due pellicole cult di quegli anni: "Il sorpasso" di Dino Risi e "La dolce vita" di Federico Fellini.

Siamo poi entrati nel nuovissimo Museo Storico Alfa Romeo, per raccontarvi le nostre impressioni, ma anche i criteri con cui è stato allestito, le vetture che troverete (e quelle assenti) e lo sviluppo che l'esposizione avrà nel tempo.

La Regina del mese è invece la Bentley Continental SC sedanca Mulliner del 1999, la prima Bentley dell'era Volkswagen. Una vettura smodata in tutto, esagerata, opulenta ma raffinata ed esclusiva. L'esemplare del servizio è una delle sei realizzate da Mulliner.

Una rarità in assoluto, anzi, una leggenda, difficile da incontrare su strada è anche la Pegaso 102 Z del 1953, la prima auto spagnola del dopoguerra, una gran turismo di grandi prestazioni, linea italiana e raffinatezza meccanica inconsueta per un paese privo di industria automobilistica. Una delle prime auto da corsa vestite da GT.

Altra esclusiva (siamo gli unici in Italia ad averla provata e fotografata) è la Jaguar E-Type Lightweight, la numero 13 delle Lightweight, costruita quest'anno con i criteri e le forme del modello nato nel 1963. Un'auto nuova ma di 50 anni fa. Ecco quali sensazioni scatena.

Nel nostro Test a test un confronto molto speciale tra due Bmw Z3 all'apparenza identiche ma nella sostanza molto diverse: la quattro cilindri 1.8 da 115 cv e la sei cilindri con quasi 80 cv in più. Insomma: meglio liscia o gasata?

Impareggiabile anche il fascino della ruggine che emana il Rottame prezioso di questo numero: una Fiat 600 Scioneri del 1967 fotografata nelle condizioni in cui è stata ritrovata: pessime. Una 600 così, però, molti di voi non l'avranno mai vista, con quattro porte, una finta presa d'aria sul cofano, le codine al posteriore e molto altro ancora. E' l'unica sopravvissuta delle dieci allestite dal carrozziere piemontese. Imperdibile.

Altro articolo imperdibile di Ruoteclassiche di agosto è rappresentato dal nostro incontro esclusivo con Fiamma Breschi, compagna di Luigi Musso, poi donna di fiducia di Enzo Ferrari. Colei che ha suggerito al Drake alcune scelte strategiche fondamentali per la vita della Ferrari e rimasta da sempre nell'oscurità. Una donna misteriosa, che esce allo scoperto oggi per la prima volta.

Vi portiamo poi all'interno della tappezzeria Ferraresi, uno dei riferimenti mondiali nel restauro di sellerie, capote, padiglioni e pannelli porta; al meeting internazionale "Passione Caracciola", una cinque giorni esclusiva fra i luoghi delle imprese sportive del funambolico pilota tedesco; al Festival of speed di Goodwood, il più famoso spettacolo al mondo dedicato alle auto storiche; al 30° raduno internazionale di Staggia Senese, il più importante d'Italia dedicato ai Maggiolini e alle Volkswagen costruite fino al 1985. E molto altro ancora.

Ma non è tutto. Con Ruoteclassiche di agosto potrete acquistare a scelta l'allegato "TOP 50", dedicato ai 50 modelli prodotti tra il 1955 e il 1990 più divertenti da guidare. Un manuale per la scelta ragionata all'acquisto dei modelli capaci di offrire le migliori prestazioni e il massimo piacere di guida.

Buona lettura

Condividi
COMMENTI