Uno sguardo a Ruoteclassiche di giugno - Ruoteclassiche
In edicola
06 June 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

Uno sguardo a Ruoteclassiche di giugno

È una sportiva cinquantenne a stelle e strisce la protagonista di copertina del numero di giugno, nell'anno che celebra il mezzo secolo dal lancio della vettura che contribuì a far conoscere al pubblico la categoria delle "Pony car". Veloci, divertenti, personalizzabili e, soprattutto, gestibili, le "Mustang" continuano oggi a essere un grande successo commerciale.

Ne abbiamo portate in pista, a Vairano, quattro (più una Shelby) tra versioni convertible e fastback, dal 1965 al 1973. Ma siamo anche stati all'importante raduno "Mustang 50th Birthday Celebration" , che il 3-4 maggio, ha fatto convogliare sulle sponde del Lago di Garda, oltre 200 vetture

Nella sezione "Regine del passato" presentiamo un raro esemplare bicolore di Alfa Romeo "6C 1750 Turismo HDC" carrozzata cabriolet dal britannico James Young. Da poco rientrato in Italia, è fresco di un restauro durato la bellezza di nove anni.

Sotto l'accattivante titolo di "L'incantesimo di Colin", mettiamo alla frusta in pista la "Lotus "18", prima Formula 1 di Colin Chapman a motore posteriore (1960), nella sezione "Nate per correre". Tra le youngtimer, "Noblesse oblige", è la volta dell'Aston Martin "DB7" (1994-2000). "Pezzi unici" e "Rottami preziosi" sono appannaggio rispettivamente di Bertone "X1/9 GT Cabrio" (1987) e Lancia "Flavia" (1962). Tra le "Protagoniste" spazio a un'evergreen: la Citroën "DS 21" nella versione "i.e. Prestige" (1972). Tornano poi le moto, con le SWM "RS 250 GS" e Ancillotti "FH 250" (1978).

Con la primavera la stagione agonistica è entrata nel vivo, e il numero di giugno non poteva esimirsi dal trattare diffusamente di due grandi appuntamenti motoristici: in prima istanza, la regina di tutte la manifestazioni motoristiche - la Mille Miglia - alla quale ha partecipato quest'anno anche un equipaggio ufficiale Ruoteclassiche/Quattroruote, che ci racconta la celebre gara dall'interno. Ma anche il 9° Grand Prix de Monaco Historique, che ha portato sul circuito cittadino di Montecarlo monoposto e barchette storiche dagli anni 30 agli anni 70. Nel numero anche un ampio reportage di MilanoAutoclassica, svoltosi nel ponte del 25 aprile.

In conclusione la nostra panoramica sull'attualità, le aste, la posta dei lettori, l'immancabile mercato e, nella nuova rubrica "Gli specialisti", la Omea, la fabbrica degli stemmi i cui lavori su smalto a fuoco hanno attraversato la storia dell'automobile.

Condividi
COMMENTI