In edicola / News
26 giugno 2017 | di Redazione Ruoteclassiche

Uno sguardo a Ruoteclassiche di luglio

4 luglio 1957: dopo un'anteprima Roma nei giorni immediatamente antecedenti, viene presentata ufficialmente a Torino la Fiat Nuova 500, destinata a diventare un’icona del Made in Italy. La vetturetta che ha contribuito a motorizzare l'Italia e ha offerto, per la prima volta, quattro ruote a chi ne possedeva soltanto due, compie oggi sessant'anni. Per l'importante traguardo, Ruoteclassiche di luglio ha preparato una sorta di "Speciale" di oltre 30 pagine. AU 500 1 e SportIn sommario, tutto quanto può far accelerare i battiti degli appassionati di "Cinquino": dal confronto tra uno dei primi esemplari del 1957 e una Sport del 1958 all'evoluzione del Fiat 500 Club Italia, il più grande sodalizio di modello al mondo, dalla singolare storia di una “F” del 1966 acquistata come prima vettura da un neopatentato, alla guida al restauro. E molto, molto altro. Il tutto collegato dal fil rouge di 60 pillole (una per anno) che ne racontano aneddoti e curiosità.

AU ALFA 6C 2300 1934La “Regina” del numero è una sontuosa Alfa Romeo 6C 2300 Gran Turismo Berlinetta Pinin Farina (1934), mentre tra le “Nate per correre” occhi puntati sulla BMW M3 Sport Evolution del 1992. La sezione "Auto" è completata poi dalle "Impressioni" di guida della Land Rover Velar e, nelle "Classiche domani", dalla DS 3 Perfomance.

La stagione c'impone poi la copertura dei numerosissimi eventi che si susseguono lungo lo Stivale: tra manifestazioni, concorsi d'eleganza, gare e mostre tematiche, siamo stati - in qualità di pubblico o di partecipanti - alla Silver Flag, alla Modena 100 Ore, alla Piombino-Livorno, al Giro di Sicilia, al Rallye des Princesses, l'Asimotoshow, al Bergamo Historic Gran Prix e ai Musei Ferrari di Maranello e Mazda, in Germania.

0343_FT VILLA ESTETutto da gustare l'articolo che risponde alla domanda: "quali sono i criteri che guidano i voti dei giudici in un concorso d’eleganza di caratura internazionale come quello di Villa d’Este?". Lo abbiamo chiesto al presidente della giuria 2017, Lorenzo Ramaciotti (in più, ovvimante, tutti i risultati del contest appena conclusosi).

La nostra settima “Copertina d’autore”, con relativa intervista di 4 pagine (in attesa di quella video, a breve sul nostro sito e sulle nostre pagine social), è dedicata a Roberto Giolito, capo di FCA Heritage. La "Burocrazia" si occupa in questo numero di orgine sconosciuta o provenienza estera; le "Aste" delle vendite a Villa Erba e a Firenze (l'Archivio Fiamma Breschi). Nel nostro "Flashback" omaggiamo Tom Tjaarda, appena scomparso, e sul quale ritorneremo ad agosto con un ricordo più articolato...

Buona lettura!

Condividi
COMMENTI