In edicola
01 novembre 2013 | di Redazione Ruoteclassiche

Uno sguardo a Ruoteclassiche di novembre

Arriva, puntuale per il Salone di Padova, il numero di novembre, sulla cui copertina campeggia la Fiat "500 R" del 1973, ultima versione della popolare utilitaria di Torino. Il modello, con una cilindrata portata a 594 cm³ e prestazioni migliori, si presentò all'epoca quasi come un'Abarth. La nostra "guida all'acquisto" evidenzia per la "500 R" una rivalutazione ormai consolidata nel tempo e destinata a continuare anche per i prossimi anni.

Alla Carrera Panamericana del 1953 è dedicato un lungo articolo che ripercorre i momenti salienti del grande trionfo Lancia, con Fangio, Taruffi e Castellotti sul podio, ma anche il tragico incidente che costò la vita al compagno di squadra Felice Bonetto. Una sfida di 3000 km in un alternarsi di tappe di montagna, dove vinceva l'agilità, e di infiniti rettilinei da oltre 250 all'ora...

Protagonista della sezione "Regine del passato" è l'Aston Martin "DB2/4 Mk III Saloon" del 1957, che Ian Fleming volle accanto al suo Agente 007 nel romanzo "Goldfinger" del 1959. Prodotta in 551 unità con carrozzeria coupé e cabriolet in alluminio, è la prima GT della Casa a esibire l'inconfondibile calandra "a onda" che ancora oggi contraddistingue il marchio.

Tra le "Youngtimer", occhi puntati sulla Jaguar "XK8" del 1996, presentata come erede della "E Type". Sotto le sue linee sinuose, ruggisce il primo V8 della Casa. Viene prodotta fino al 2005 in 90.064 unità, tra coupé e cabriolet. Motori di 4 e 4,2 litri, con potenze fino a 395 CV. Oggi la sua quotazione si attesta sui 12.000 euro.

Il menù del numero continua con le "impressioni" della Mercedes-Benz "300 SL-24" e della Ford "Escort 1100 XL" e la coppia di sportive Triumph "Spitfire 4 Stage 2" e "Spitfire 4 Works Rally" ("Nate per correre").

Gli ultimi fuochi della stagione sociale dei club sono appannaggio del Raid dell'Etna e del Trofeo Milano, partito il 14 ottobre dalla nostra sede di Rozzano (MI); mentre su fronte "Grandi eventi" vi raccontiamo l'ultima edizione del Gran Premio Nuvolari a cui abbiamo partecipato come equipaggio fuori classifica.

Dall'asta londinese di RM Auctions vi presentiamo i cinque lotti a nostro giudizio più interessanti: una spettacolare Jaguar "D Type" del 1955, battuta all'equivalente di 4,72 milioni di euro; due notevoli Alfa Romeo da pista - la "33/3" (1970) e la "33 TT 12" (1975): per meno di 900.000 euro ve le sareste portate a casa entrambe) -, una Mercedes-Benz "300 SLS" del 1957 (701.000 euro) e soprattutto la Lotus "Esprit Submarine" del 1977, usata da James Bond nel film "La spia che mi amava" (1977), battuta a 727.000 euro.

E molto, molto altro ancora...

Condividi
COMMENTI