News / Regolarità
19 dicembre 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

Winter Marathon 2015: si parte il 23 gennaio

Domenica scorsa si sono chiuse le iscrizioni alla Winter Marathon 2015. L’organizzazione sta ancora finalizzando gli ultimi dettagli ma già è certo che sono previsti oltre 100 equipaggi, numero che si avvicina alla scorsa edizione.

L’ormai “classica” invernale, primo appuntamento del 2015 del calendario “Grandi Eventi”, è aperta a tutte le vetture dotate di trazione anteriore o posteriore prodotte entro il 1968. A queste si aggiunge una lista speciale di ulteriori 20 macchine di particolare interesse storico e collezionistico databili fino al 1976.

Tra le presenze di quest’anno si segnala la partecipazione ufficiale di Porsche Italia. La filiale italiana del marchio tedesco schiererà una 911 Carrera RS del 1973 (affidata a Felix Bräutigam, Vice Presidente Regione Europa di Porsche AG, e Pietro Innocenti, Direttore Generale di Porsche Italia) e un secondo equipaggio con al volante Luca Baldin, Direttore Amministrativo e Finanziario.

Confermata anche la presenza di Volvo Italia con 3 vetture (l’ex pilota di F1 Ivan Capelli, attuale presidente di ACI Milano, correrà su una Volvo PV544 del 1965) e di Automobilismo Storico Alfa Romeo, che gareggerà con la Giulia TI Super del 1964.

Tra le teste di serie che si sfideranno sulle strade dolomitiche ci saranno anche Ezio Salviato (vincitore nel 2012, pilota di punta della neonata scuderia Ma-Fra, sponsor della corsa e presente con 3 vetture) e il plurivincitore di corse storiche di regolarità Giuliano Cané, presente per difendere la vittoria conseguita l’anno scorso.

Il programma.
Giovedì 22 e venerdì 23 gennaio mattina appuntamento a Madonna di Campiglio per le verifiche tecnico sportive. La partenza è fissata per venerdì 23 alle due del pomeriggio. Le storiche si lanceranno lungo un affascinante e suggestivo percorso di quasi 430 chilometri (costellato da 45 prove cronometrate) e con 11 passi dolomitici, quattro dei quali oltre i 2.000 metri (Pordoi, Falzarego, Valparola e Gardena).

Dopo la cena a Canazei, le ostilità ricominceranno con l’ulteriore difficoltà del buio notturno. Il traguardo è fissato nuovamente a Madonna di Campiglio, dove l’arrivo della prima vettura è previsto per le due di sabato mattina. Successivamente, nel primo pomeriggio, le vetture anteguerra e le prime 32 della classifica generale saranno impegnate in una prova di abilità sul lago ghiacciato della località alpina.

Alvise-Marco Seno

Condividi
COMMENTI