La Targa Florio Classica riporta lo spettacolo dell’automobilismo storico nell’incantevole scenario delle Madonie dal 14 al 17 ottobre - Ruoteclassiche
Sponsored by sponsor
CONTENUTO SPONSORIZZATO

La Targa Florio Classica riporta lo spettacolo dell’automobilismo storico nell’incantevole scenario delle Madonie dal 14 al 17 ottobre

A ottobre torna la leggendaria Targa Florio. La corsa partirà da Palermo, attraverserà la pittoresca zona del trapanese e si addentrerà tra le Madonie. Ecco tutto il programma.

‘La Cursa’ nata nel 1906 per volontà di Vincenzo Florio, rivive oggi a Palermo grazie al volere di ACI e l’organizzazione dell’Automobile Club Palermo, con il supporto di ACI Sport e ACI Storico, in una due giorni attraverso le montagne a strapiombo sulla costa bagnata dal mar di Sicilia. L’evento, valevole per il Campionato Italiano Grandi Eventi ACI Sport, avrà nel capoluogo siciliano il suo fulcro, ospitando le cerimonie di partenza e arrivo nei giorni di gara. Un’occasione per ristabilire il contatto e ribadire l’imprescindibile legame tra l’automobilismo e un territorio le cui strade richiamano un’antica passione cui il motorsport moderno ancora deve molto.

Rivivendo oggi nella forma della regolarità classica, questo evento competitivo rende omaggio quindi alla storia dell’automobile e, al contempo, del nostro Paese.
Nell’edizione 2021 dopo la giornata dedicata alle verifiche sportive tecniche, i concorrenti lasceranno Palermo per confrontarsi su pressostati e prove di media in un percorso che toccherà Castellamare del Golfo, Trapani, Marsala, Mazara del Vallo prima di far rientro nella Conca d’Oro palermitana. Il giorno successivo si procederà invece verso est, con un itinerario che, attraverso le Tribune di Cerda, riporterà alla vita il mito di Floriopoli. Tra i box troneggiati dalla torre panoramica, lungo le strade tra Caltavulturo, Polizzi Generosa, Collesano e Campofelice di Roccella, i concorrenti rivivranno le emozioni della storica Targa Florio percorsa nei primi decenni del secolo scorso.

La domenica gli equipaggi si potranno sfidare sulle strade che da Palermo portano a Monreale in un evento che accoglierà chiunque non sia ancora pago di competizione, in una serie di prove cronometrate fuori dalla classifica generale.

Il Duomo di Monreale patrimonio dell’umanità (UNESCO) farà da cartolina conclusiva alla Targa Florio Classica 2021, prima della tradizionale cerimonia di premiazione.
Spettacolo e competizione, quindi, per una Targa Florio Classica 2021 che divide parimenti il valore romantico e nostalgico insito nella sua natura di rievocazione e omaggio storico, con quello sportivo e competitivo in un percorso studiato nel dettaglio per consentire ai piloti di dar sfoggio di abilità ottenendo il meglio dalle proprie vetture.

Diversi sono i modi per onorare un avvenimento dalla fama mondiale come la Targa Florio Classica.
L’omaggio di Ferrari nei confronti dell’evento in armonia con la storia comune dei due brand ed i possessori dei “Cavallini Rossi” di ogni epoca, attraverso il Ferrari Tribute to Targa Florio 2021, celebrano l’evento. Lo fanno dal 14 al 17 ottobre, sfidandosi in una gara di regolarità sulle stesse strade sulle quali si sono sfidati grandi piloti del passato come Nuvolari, Ascari, Fangio, Merzario, Bandini e Vaccarella.

Condividi