Auto / Eventi / News
29 maggio 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

Apre a Funo (BO) il nuovo Museo Ferruccio Lamborghini

Il nuovo Museo dedicato a Ferruccio Lamborghini è stato presentato in anteprima alla stampa e agli addetti ai lavori il 27 maggio. Collocato nella nuova sede di Fumo di Argelato, a pochi chilometri da Bologna, nel cuore della cosiddetta Motor Valley, è ospitato in una ex fabbrica Lamborghini completamente ristrutturata e riprogettata allo scopo. Il Museo raccoglie la produzione industriale di Ferruccio Lamborghini, dal trattore “Carioca” del 1947 sino alla “Diablo” del 1990.

Museo FLamborghini_FabioLamborghini©AndreaMargelliOK (5)

Il visitatore può ammirare il prototipo della prima vettura con il marchio del Toro, la “350 GTV” (nella foto, con Fabio Lamborghini), la “Miura SV” che fu di proprietà personale di Ferruccio, i prototipi della “Jalpa” e della “Espada”, di cui è esposta tra l’altro una scocca con porta ad ali di gabbiano. Ci sono poi l’offshore “Fast 45 Diablo” di 13,5 metri con motori Lamborghini che fu pluricampione del mondo, un elicottero e un motoscafo Riva con due motori V12 della “Espada”.

In una sala apposita è stato ricostruito l’ufficio originale dell’industriale emiliano, con diversi oggetti che gli appartennero. Il figlio Tonino, artefice del Museo, ha voluto quindi inserire nell’esposizione anche mezzi rappresentativi del dopoguerra, come la “Lambretta” e la “Vespa”, ma anche una “Mini”, una Rolls Royce e persino una Ford “Mustang”, una delle auto sportive americane più desiderate. Il museo è già visitabile: per altre informazioni si può consultare il sito www.museolamborghini.com

Condividi
COMMENTI