Moto / News
15 January 2020 | di Giancarlo Gnepo Kla

ASI Motoshow 2020: tutti in pista a Varano

Dal prossimo 30 gennaio al 2 febbraio, il Lingotto Fiere di Torino ospiterà il primo dei grandi eventi dedicati al motorismo storico in Italia: l’edizione 2020 di Automotoretrò. ASI e Yamaha saranno insieme anche per il Motoshow di Varano.

ASI (Automotoclub Storico Italiano) e FIVA (Fédération International des Véhicules Anciens), che hanno sede all’ombra della Mole Antonelliana, confermano Torino capitale del motorismo storico. Doppio appuntamento in casa ASI, dove si celebrano i 90 anni della Pininfarina e della storia agonistica delle Yamaha. Durante l’evento verranno esposti due modelli: la Yamaha-Bimota 350 GP del 1978 e la Yamaha XTZ 750 Super Ténére del 1989.

Ruote in pista. In occasione del 19° ASI MotoShow, che si svolgerà dall’8 al 10 maggio 2020 all’Autodromo di Varano de’ Melegari (Parma), ASI e il marchio giapponese, rinnovano la partnership anche per la tradizionale rassegna dedicata alla storia delle moto, kermesse che gode di grande risonanza anche all’estero. La pista di Varano verrà invasa da migliaia di moto d’epoca e Yamaha esporrà le sue moto storiche ufficiali, a cui seguirà la “Parata dei campioni” con i protagonisti del motociclismo che dalla "A di Agostini alla Z di Zito" hanno decretato i successi della casa giapponese.

Motori e campioni. Confermata la presenza di Giacomo Agostini, che nel 1975 conquista il suo 15° (e ultimo) titolo mondiale con la Yamaha YZR500, così come Manuel Poggiali, Pierfrancesco Chili e Roberto Gallina. Si attende la conferma per tutti gli altri grandi nomi, a partire da Max Biaggi e Loris Capirossi. Tra le iniziative previste, possiamo anticipare il “Villaggio Yamaha”, la rassegna sul tema Moto Guzzi da competizione, la “Nuvola Arancione” del Team Laverda con la parata delle 750, il motociclismo pionieristico (ante 1918), la “Sfida dei Cinquantini”, così come la presenza del World Classic Racing Team e dell’associazione Spirit of Speed che presenterà una selezione delle più famose moto da GP dagli ’50 agli anni ’80.

Condividi
COMMENTI