Eventi / News / Personaggi
14 maggio 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

AsiMotoshow, quasi 500 moto e tantissimi campioni

Varano de’ Melegari, 11-13 maggio, Autodromo Riccardo Paletti: va in scena Asi Motoshow, grande festa del motociclismo e dei motociclisti, con tanto di cornice di tutto quanto vi ruota attorno.

Dai passaggi, sabato e domenica, dell’Historical Aircraft Group sopra il circuito, con esibizioni acrobatiche di aerei d’epoca, alla sfilata “Nuvola rosa”, per sole motocicliste; dalla parata di ben 200 “cinquantini”, sia quelli di successo prodotti dalle grandi Case sia quelli di realizzazione artigianale, a quella in programma domenica alle13.30 con i campioni del passato in sella alle moto che hanno fatto la storia delle gare di velocità.

In pista pure Maurizio Speziali, presidente dell’Asi, con la Morini che un tempo fu del padre, che gareggiava con quella moto. Grande successo della manifestazione, grazie al tempo che ha retto nonostante le previsioni e al ricchissimo programma di esibizioni e di rassegne tematiche. Letteralmente preso d’assalto Giacomo Agostini, arrivato a Varano già il sabato, ma molti anche gli altri campioni che hanno risvegliato i ricordi e il tifo del pubblico, come Steve Baker, Carlos Lavado, Eugenio Lazzarini, Freddie Spencer, Gianfranco Bonera e il veterano Remo Venturi, vincitore della Milano-Taranto 1954, classe 1927, per citarne solo alcuni.

Particolarmente attraente lo stand dell’Asi, che esponeva fra l’altro la vetturetta BBC, Benelli-Beretta-Castelbarco, realizzata in un unico prototipo oggi di proprietà della fabbrica di armi Beretta, e utilizzava un autobus d’epoca per accompagnare il pubblico alle visite guidate nei dintorni. Presenti fra gli altri anche gli stand del Registro Storico Aermacchi, ormai alla sua dodicesima partecipazione, e quello del Circuito di Ospedaletti, patrocinato dall’Asi, in programma dall’8 al 10 giugno e prossima occasione di una grande festa a base di moto e piloti campioni del passato.

Testo di Fulvio Zucco, foto di Cesare Zucco

Condividi
COMMENTI