Audi: i novant’anni dei Quattro anelli - Ruoteclassiche
News
22 June 2022 | di Fabrizio Greggio

Audi: i novant’anni dei Quattro anelli

Sono trascorsi novant’anni da quando, nel 1932, ha preso vita l’Auto Union, formata dall’unione quattro storiche Case automobilistiche, tra cui Audi.

Il 29 giugno 1932, su iniziativa della Banca di Stato della Sassonia, le società Audiwerke AG, Horchwerke AG e Zschopauer Motorenwerke J. S. Rasmussen AG (DKW) si fondono per formare Auto Union AG. La nuova realtà industriale conclude contemporaneamente un accordo con la Wanderer Werke AG, acquisendone la divisione automobilistica. Auto Union AG diviene così il secondo gruppo automobilistico più grande della Germania.

L'unione fa la forza - Il logo dell'azienda riproduce quattro anelli intrecciati a rappresentare l'unità inscindibile delle quattro Case, le quali pur legate mantengono però la propria identità. Ciascun marchio infatti presidia uno specifico settore di mercato: DKW opera nel segmento dei motocicli e delle utilitarie, Wanderer rimane legata alla produzione di vetture di media cilindrata, Audi commercializza veicoli sempre di media cilindrata ma indirizzati a una clientela più esigente, mentre Horch mantiene il ruolo di protagonista nella fascia alta.

Lezioni di storia - Oggi, gli appassionati del brand Audi possono ripercorrerne le vicende visitando il Museo August Horch di Zwickaue l’Audi museum mobile di Ingolstadt. Fino al 24 settembre sarà possibile visionare l’esclusiva mostra "Il quinto anello", dedicata alla Nsu, la cui produzione automobilistica è terminata a fine anni 70. Ma è possibile visitare il museo Audi anche virtualmente, tramite l'app Audi Tradition, disponibile sui più diffusi app store per smartphone iOS e Android. Conoscere la storia di uno dei marchi più prestigiosi della storia dell’automobile non è stato mai così facile…

Condividi
COMMENTI