Eventi
30 ottobre 2018 | di Dario Tonani

“Auto che passione!”, una mostra di grafica e design a Chiasso

Chiuderà i battenti il 27 gennaio 2019 al M.A.X. Museo di Chiasso (CH) una rassegna intitolata "Auto che passione! - Interazione fra grafica e design".

Artisti e designer. In mostra, dal 7 ottobre, oltre trecento pezzi fra manifesticromolitografici di grande formato, grafiche pubblicitarie, disegni, cartoline, oggetti di famosi artisti e maestri del design: da Jules Chéret a Marcello Dudovich, da Leopoldo Matlicoviz a Biscaretti di Ruffia, da Achille Mauzan a Plinio Codognato, da Marcello Nizzoli a Max Huber, da André Martin a Pierluigi Cerri.

Dodici icone a quattro ruote interpretate da grandi maestri. Il percorso espositivo, curato da Marco Turinetto, del Politecnico di Torino, e da Nicoletta Ossanna Cavadini, direttrice del M.A.X. Museo, si arricchisce, fino a domenica 9 dicembre, nell’attiguo Spazio Officina, di dodici tra le auto d'opoca più iconiche di sempre: dalla Prinetti & Stucchi del 1899 alla Iso Rivolta Vision del 2017; dalla Bugatti T 35 del 1925 alla Pagani Huayra Coupé del 2016; dall’Alfa Romeo SS Villa d’Este del 1952 alla De Tomaso Pantera GTS del 1974; dalla Lancia Astura del 1933 alla Lamborghini 400 GT del 1966; dalla Ferrari 275 GTB del 1965 all’Alfa Romeo V6 Vittoria del 1995.

Un catalogo bilingue (Italiano/inglese). Il tutto per coprire una finestra temporale che va dai primi del Novecento ai giorni nostri. L'esposizione, il cui catalogo - bilingue italiano/inglese - è curato dalle Éditions d’Art Albert Skira, è promossain collaborazione con il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, la Raccolta Bertarelli del Castello Sforzesco di Milano, la Collezione Salce di Treviso e importanti collezioni private fra cui quella di Alessandro Bellenda Galleria "L’Image" di Alassio e Salvatore Galati.

Orari di apertura
Da martedì a domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 (lunedì chiuso).
Ingresso
Biglietto intero, 10 euro; ridotto, 7 euro (entrata gratuita ogni prima domenica del mese).

Condividi
COMMENTI