Eventi / News
16 febbraio 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

Automotoretrò, un’edizione da record

Ancora un’edizione da record per Automoretrò: quest’anno la rassegna torinese, insieme alla collaterale Automotoracing dedicata alle corse e alla preparazione, ha impegnato tutti gli spazi di Lingotto Fiere, occupando oltre 100mila metri quadri di superficie. Tra i 1200 espositori, sei le Case presenti ufficialmente: Abarth, Audi, Fiat, Jeep, Lancia e Mercedes-Benz, che affiancavano i club territoriali e di modello. Ben 3000 i veicoli esposti.

Oltre 60mila i visitatori, il 18% in più del 2014. Il Registro Autobianchi, che celebrava i sessant’anni della marca con una rassegna completa della produzione, fra cui una “Stellina” appena ritrovata. Un po’ sotto tono i sessant’anni della Fiat “600”, celebrati soltanto dal registro Fiat. Ad accogliere i visitatori la formula 1 Lancia “D50” (1954) ex Ascari, arrivata dal Museo nazionale dell’Automobile; allo stand dell’Asi c’era invece un’altra Lancia d’eccezione: una delle “Florida” disegnate da Pinin Farina su pianale “Aurelia B56”, che anticipavano lo stile della “Flaminia”.

La Collezione Panini ha portato da Modena quattro delle sue Maserati più belle, fra cui la “420/M/58 Eldorado” ex Stirling Moss nella sua allegra livrea pubblicitaria. Tra tante sessantenni o quasi, una novantenne: la Moretti, ormai scomparsa da anni ma oggetto di culto per molti appassionati del Nord Europa; presentava una “128 Coupé” e una berlinetta “1300”. Per i cent’anni dalla Grande Guerra sono invece arrivati due protagonisti del fronte: un Fiat “18 BL” e l’ultimo Itala “17HP” esistente.

Condividi
COMMENTI