Eventi / News
08 settembre 2010 | di Redazione Ruoteclassiche

BIZZARRINI E LAMPREDI, IL GENIO E LA MACCHINA

Sabato 17 luglio ha aperto i battenti a Cecina, in provincia di Livorno, la mostra "Il Genio e la Macchina. Bizzarrini e Lampredi: due storie dell'Auto Italiana" .Voluta e organizzata dalla Fondazione Hermann Geiger di Cecina, l'esposizione vuole rendere omaggio - ma anche esaltare - le personalità diversissime dei due progettisti, la loro opera, la loro storia.

Grazie alla collaborazione con il Garage del Tempo, Associazione Automotostoriche di Cecina, sono esposte alcune delle realizzazioni di maggior successo di Giotto Bizzarrini (1926) e Aurelio Lampredi (1917-1989), entrambi livornesi: accanto a vetture come la Fiat "125 Special", la Bizzarrini "5300 GT Strada", la Ferrari "250 GT" Pinin Farina, la Fiat "Dino Spider" e la Fiat "131 Rally Abarth" con livrea Alitalia, sono esposti disegni e immagini della vita privata e dell'opera dei due uomini. La presenza di Giotto Bizzarrini, i suoi racconti e le sue battute hanno dato una particolare verve all'inaugurazione.

Tra i vecchi amici e collaboratori intervenuti spiccava la presenza di Mauro Forghieri, ex responsabile del reparto tecnico della Ferrari. La mostra, in corso Matteotti 47, sarà aperta tutti i giorni dalle 18 alle 23, fino al 13 settembre prossimo.

Condividi
COMMENTI